Connect with us

Cerca articoli

Tennis

Djokovic e l’umanità di un grande campione

Un campione può permettersi di sbagliare? A quanto pare no. Mi riferisco alla ormai nota pallata che Djokovic ha tirato a fondo campo, durante la partita con Carreno Busta agli ottavi degli Us Open, colpendo la giudice di linea alla gola.

La notizia non ha nemmeno fatto in tempo a raggiungere i media che subito sono piovuti addosso al tennista serbo una valanga di giudizi, di ogni tipo. Paragoni con i due rivali storici Federer e Nadal, commenti sul suo momento che per molti sembra pieno di scelte sbagliate…insomma il giocatore è stato messo in croce per un gesto che ha dimostrato come, nonostante sia il numero uno al mondo, sia terribilmente umano.

Come? Questo momento di stizza, certamente evitabile, mi porta a sentirlo vicino, vulnerabile, capace di farsi prendere dal nervosismo, dalla paura, dalla rabbia e capace di lasciare andare questa maschera di campione, vivendo come un umile tennista le difficoltà del match, della vita.

Forse è proprio questo che spaventa chi giudica: specchiandosi in questo gesto vedono come la fragilità, anche per un campione all’apparenza perfetto come un robot, può prendere il sopravvento, facendo scaturire qualcosa di inaspettato. Perdonargli questa caduta credo sia la scelta migliore. Da campione qual è, saprà rialzarsi.

A cura di

Da non perdere

Storie di Sport

Bjorn Borg, l’uomo di ghiaccio vissuto nell’eccesso Il 22 Gennaio 1983 annunciava il suo ritiro (sarebbe poi tornato nel 1991, senza lasciare traccia) il...

Storie di Sport

Andrea Whitmore-Buchanan: se il destino è più infame anche del razzismo Ieri si ricordava la morte, datata 1982, di Andrea Whitmore Buchanan, la talentuosa...

Storie di Sport

Andrea Gaudenzi, il cuore e la racchetta Il 4 dicembre 1998 va in scena una delle partite più emozionanti della storia del tennis nostrano,...

Storie di Sport

Arthur Ashe, il tennista con una missione Nel 1992 il tennista afroamericano Arthur Ashe dichiarava al mondo intero la sua sieropositività a causa di...

Interviste

A tu per tu con Corrado Barazzutti, il “Soldatino” del Tennis italiano In questa magica estate in cui è lo sport italiano si è...

Storie di Sport

Jimmy Connors e quel desiderio indomabile di lottare per vincere Compie oggi 69 anni Jimmy Connors, iconico e fenomenale tennista statunitense. Per celebrarlo vi...

Storie di Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] Roberto Palpacelli, la racchetta spericolata del Tennis italiano Il tennis è lo sport del diavolo. Ti ammalia e ti seduce illudendoti come...

Storie di Sport

Jimmy Arias: la stella cadente che inventò il dritto moderno Compie oggi 57 anni Jimmy Arias, il tennista statunitense considerato il padre del dritto...

Storie di Sport

Roger Federer: alla scoperta della persona più importante della sua carriera Compie oggi 40 anni Roger Federer, il fenomeno svizzero considerato da molti il...

Storie di Sport

L’amore di Andre per Steffi Per i 51 anni compiuti oggi dal leggendario tennista Andre Agassi, vi raccontiamo un episodio che spiega bene il...

Calcio

Il paradiso e l’inferno in un colpo solo: la Nigeria ai Mondiali 1998 La Nigeria a Francia ’98: quel sogno infranto dal poker danese....

Calcio

Jake Livermore, che non ha mai cercato scuse Testo: Ettore Zanca Illustrazione: Enrico Natoli Compie oggi 31 anni Jake Livermore, il calciatore inglese che...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro