Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Disciplina a tutti i “costi”: le rigide regole e sanzioni del Chelsea di Lampard

[themoneytizer id=”27127-1″]

Disciplina a tutti i “costi”: le rigide regole e sanzioni del Chelsea di Lampard

I successi nello sport passano sempre per il duro lavoro e nel caso degli sport di squadra anche per regole ferree e rigide. E’ il caso del nuovo Chelsea di Frankie Lampard che con 6 vittorie consecutive nelle ultime 6 gare è secondo in classifica insieme al Leicester, dietro soltanto all’inarrivabile Liverpool e addirittura davanti al Manchester City di Guardiola.

Sui social sono apparse le regole imposte dal tecnico inglese, molto rigide e molto onerose nella sanzione se trasgredite. La multa più pesante viene inflitta a un giocatore qualora dovesse presentarsi in ritardo all’orario di inizio dell’allenamento, addirittura 20000 sterline. 2500 sterline, qualora il ritardo dovesse verificarsi il giorno della partita, prima della partenza della squadra e sempre il giorno dell’allenamento, ma all’appuntamento in spogliatoio. In quest’ultimo caso altre 2500 sterline di multa per ogni 15 minuti di ulteriore ritardo. 1000 sterline di sanzione per l’arrivo in palestra fuori orario, mentre multa di 500 sterline per ogni minuto di ritardo alle riunioni di squadra.

ROMPERE IL GRUPPO COSTA:

Spesso i calciatori preferiscono evitare il ritorno in pullman con la squadra e prendere la propria strada con i mezzi di trasporto privati per arrivare prima ad altri impegni. Non rientrare insieme al gruppo costa ad ogni giocatore 5000 sterline, a meno che l’allenatore o un suo assistente non siano stati avvisati almeno 48 ore prima. Stessa sanzione in caso di rifiuto a partecipare a un’iniziativa che coinvolge la squadra.

COMUNICAZIONE IMMEDIATA DEGLI INFORTUNI:

10000 sterline per chi non comunica un infortunio prima di un giorno libero o almeno un’ora e mezza prima dell’inizio dell’allenamento. 1000 sterline a chi non si presenta con il kit della squadra in occasione dei viaggi o il giorno della partita. Infine 1000 sterline di multa al proprietario del telefono se questo squilla durante i pasti di squadra o le riunioni tecniche.

PAGA O RADDOPPIA:

Le multe devono essere pagate entro 14 giorni altrimenti vengono raddoppiate. Tutte le multe sono a discrezione di Frank Lampard e i soldi vanno alle attività di squadra e alle organizzazioni benefiche.

GLI ALTRI DIVIETI:

I parenti o gli ospiti dei giocatori, ad esempio, per assistere all’allenamento devono ottenere l’autorizzazione dell’allenatore almeno 24 ore prima rispetto al giorno stabilito. Gli agenti, invece, non possono accedere al centro sportivo, se non in vesti ufficiali.

Infine c’è l’obbligo di raggiungere degli obiettivi precisi di composizione corporea intesa come percentuali di massa magra, grassa e acqua.

[themoneytizer id=”27127-28″]

Emanuele Sabatino
A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Da non perdere

Calcio

Strage di Hillsborough, 32 anni dopo: le verità scomode di una tragedia evitabile Il 15 Aprile 1989 allo stadio Hillsborough di Sheffield, avvenne una...

Calcio

La storia di Alec Stock, esonerato due volte dall’irriconoscenza Il 30 Marzo 1917 nasceva Alec Stock, la cui storia rappresenta perfettamente la vita dell’allenatore...

Calcio

Top of the Kop Il 15 Marzo 1892 è la data di fondazione di uno dei club più famosi e prestigiosi d’Inghilterra, il Liverpool....

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Via del Campo: Nemmeno Roy Keane ha fermato gli Haaland Haaland, Haaland, Haaland. Negli ultimi giorni, il web si è riempito del...

Calcio

Wimbledon ’88, la gloria dei bastardi Ci sono storie di sport che stupiscono; altre commuovono. Di altre ancora si può dire che abbiano molto...

Calcio

Justin Fashanu, il fratello “sbagliato” Il 19 febbraio 1961 nasceva Justin Fashanu, il primo calciatore professionista a fare coming out e dichiarare la sua...

Calcio

Sadio Mané, i pantaloncini più belli che (non) avevo – Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno; insegnagli a...

Calcio

Bert Trautmann: Giocare e vincere con il collo rotto Tutto comincia in una zona borghese di Brema nel 1923, nella quale il giovane Bernhard...

Calcio

6 febbraio 1958 – Monaco di Baviera, fiori rossi nella neve Ce la farò, padre? Io credo di sì. Mi avete dato due volte...

Calcio

La faccia di Cyrille Regis, pioniere della lotta al razzismo Il 14 gennaio 2018 moriva Cyrille Regis, il calciatore che durante la sua carriera...

Calcio

Jamie Vardy e i gradini sui quali riflettere Compie oggi 34 anni Jamie Vardy, il bomber del Leicester, la cui storia ci ha insegnato...

Calcio

Jack Grealish: l’Orfeo di Birmingham Scorrendo le classifiche dei top campionati in giro per l’Europa non si può che restare ammaliati dal richiamo della...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro