Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Disciplina a tutti i “costi”: le rigide regole e sanzioni del Chelsea di Lampard

[themoneytizer id=”27127-1″]

Disciplina a tutti i “costi”: le rigide regole e sanzioni del Chelsea di Lampard

I successi nello sport passano sempre per il duro lavoro e nel caso degli sport di squadra anche per regole ferree e rigide. E’ il caso del nuovo Chelsea di Frankie Lampard che con 6 vittorie consecutive nelle ultime 6 gare è secondo in classifica insieme al Leicester, dietro soltanto all’inarrivabile Liverpool e addirittura davanti al Manchester City di Guardiola.

Sui social sono apparse le regole imposte dal tecnico inglese, molto rigide e molto onerose nella sanzione se trasgredite. La multa più pesante viene inflitta a un giocatore qualora dovesse presentarsi in ritardo all’orario di inizio dell’allenamento, addirittura 20000 sterline. 2500 sterline, qualora il ritardo dovesse verificarsi il giorno della partita, prima della partenza della squadra e sempre il giorno dell’allenamento, ma all’appuntamento in spogliatoio. In quest’ultimo caso altre 2500 sterline di multa per ogni 15 minuti di ulteriore ritardo. 1000 sterline di sanzione per l’arrivo in palestra fuori orario, mentre multa di 500 sterline per ogni minuto di ritardo alle riunioni di squadra.

ROMPERE IL GRUPPO COSTA:

Spesso i calciatori preferiscono evitare il ritorno in pullman con la squadra e prendere la propria strada con i mezzi di trasporto privati per arrivare prima ad altri impegni. Non rientrare insieme al gruppo costa ad ogni giocatore 5000 sterline, a meno che l’allenatore o un suo assistente non siano stati avvisati almeno 48 ore prima. Stessa sanzione in caso di rifiuto a partecipare a un’iniziativa che coinvolge la squadra.

COMUNICAZIONE IMMEDIATA DEGLI INFORTUNI:

10000 sterline per chi non comunica un infortunio prima di un giorno libero o almeno un’ora e mezza prima dell’inizio dell’allenamento. 1000 sterline a chi non si presenta con il kit della squadra in occasione dei viaggi o il giorno della partita. Infine 1000 sterline di multa al proprietario del telefono se questo squilla durante i pasti di squadra o le riunioni tecniche.

PAGA O RADDOPPIA:

Le multe devono essere pagate entro 14 giorni altrimenti vengono raddoppiate. Tutte le multe sono a discrezione di Frank Lampard e i soldi vanno alle attività di squadra e alle organizzazioni benefiche.

GLI ALTRI DIVIETI:

I parenti o gli ospiti dei giocatori, ad esempio, per assistere all’allenamento devono ottenere l’autorizzazione dell’allenatore almeno 24 ore prima rispetto al giorno stabilito. Gli agenti, invece, non possono accedere al centro sportivo, se non in vesti ufficiali.

Infine c’è l’obbligo di raggiungere degli obiettivi precisi di composizione corporea intesa come percentuali di massa magra, grassa e acqua.

[themoneytizer id=”27127-28″]

Emanuele Sabatino

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Da non perdere

Calcio

I leggendari 1.140 minuti dello Swindon Town dalla Third Division alla gloria di Wembley Il calcio è uno sport meraviglioso e niente entusiasma più...

Calcio

Il Nottingham Forest di Brian Clough in un football che non esiste più Il 20 Settembre 2004 moriva all’età di 69 anni Brian Clough,...

Calcio

Bianchi contro Neri, la partita “razzista” dove nessuno si sentì discriminato Estate 1979; West Midlands, più precisamente West Bromwich. La società di casa allo...

Calcio

La faccia di Cyrille Regis, pioniere della lotta al razzismo C’è un tram, della Midlands Metro Service, che ha il nome di un calciatore....

Calcio

Viv Anderson, il primo Leone nero della Storia d’Inghilterra Il 29 Luglio 1956 nasceva Viv Anderson, il calciatore rimasto nella storia dello Sport per...

Calcio

Bert Trautmann: Giocare e vincere con il collo rotto Il 19 luglio 2013 moriva Bert Trautmann, il portiere tedesco che ci ha dimostrato come...

Calcio

Mongolia: come si gioca a calcio nella Città senza sole Mongolia (Монгол улс), Asia orientale. Cuore di quell’immenso territorio che fu l’Impero mongolo forgiato...

Calcio

Shaun Barker e l’importanza di lasciare un buon odore Ricordati di lasciare sempre buon odore. Mio padre me lo diceva spesso. Mi esortava ad...

Calcio

DeFoe e Bradley sulla pelle e nel cuore, per sempre Essere personaggi pubblici per qualcuno comporta un vestito di vanità cucito da sarti spocchiosi....

Calcio

Omosessualità e Sport: nel calcio nessuno è “libero” di amare davvero Il 28 giugno di ogni anno si celebra il Gay Pride, la giornata...

Calcio

Il Liverpool è campione d’Inghilterra, il digiuno lungo trenta, lunghissimi anni, è finalmente finito. L’ultimo titolo dei Reds risaliva al 1990, quando il campionato...

Calcio

Il cuore grande di Marcus Rashford Quante volte ci siamo sentiti dire che calcio e politica erano ben “distinti tra loro”? Anche in occasioni...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro