Quantcast
Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Dio quanto manca: Psicodramma felice di un romanista

Il 10 Aprile 2018 allo Stadio Olimpico la Roma compie una delle più grandi imprese della sua storia battendo il Barcellona per 3 a 0 nei quarti di finale di ritorno di Champions League, ribaltando il 4 a 1 del Camp Nou e volando in semifinale. Riviviamo gli ultimi minuti di quella partita vista dagli occhi di un tifoso.

“Un istante, una stoccata di testa che ti rimette in pace con la vita e con il calcio. Trentaquattro anni di batoste che ti hanno segnato e ti hanno portato ad essere un pessimista cronico e paranoico. I fantasmi di Vavra e Pazzini scompaiono in un momento, ti giri senza fiato, con gli occhi lucidi e incroci lo sguardo di chi porta le tue stesse cicatrici.

La gente che era al tuo fianco a Manchester sul 7-1 e che come te si domandava “ma chi me lo fa fare?”. Riprendi fiato, guardi il cronometro e pensi che saranno i 10 minuti più lunghi della tua vita e che si concluderanno come al solito con una delusione. La più grande. Figurati se eliminiamo il Barcellona. Figurati se gli Dei del Calcio si arrendono senza reagire. “Forse era meglio pareggiare 0-0 e non sperarci neanche”, pensi. Pessimismo. Psico dramma. Riguardi il cronometro. Guardi il cielo dell’olimpico e provi a ristabilire un rapporto con un Dio con cui non hai mai avuto un ottimo feeling.

Troppo tardi, Ipocrita.

Manca poco, pochissimo. Sudore. Stai partecipando ad una delle più grandi imprese della storia del Calcio, quelle che hai sempre visto in Tv pensando “A noi ‘ste cose non ci capitano mai”. Maddai figurati se può capitare a noi. Sembra passata un’ora. Alisson blocca la palla, si butta a terra. Stacci 6 ore. 2 Minuti. 120 Secondi. Contropiede. Bestemmia. Dembele porta vuota, pallone sospeso in aria. Silenzio assordante spazzato da un soffio. Grazie Ago. Ormai è fatta, 70.000 persone aspettano il triplice fischio, ma tu non sai neanche come si gestiscono queste emozioni. Sei abituato ad altro. Sei a disagio. Lacrime. Bestemmia. Ipocrita!

Triplice fischio, la Roma è in Semifinale di Champions League. Abbracci chiunque, canti, urli. E ora? Qualcuno dietro di te dice Liverpool. Cazzo. Vabbè poi ci pensiamo. Accendi il telefono, tuo fratello ti scrive Finale Kiev 26 Maggio. 26 Maggio?

Psicodramma. Pessimismo. Forza Roma.”

Avatar
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

Da non perdere

Calcio

Ranieri e il destino a luci rosse dietro la favola Leicester Il 2 Maggio 2016, in virtù del pareggio tra Chelsea e Tottenham, il...

Calcio

Che squadra tifava Sergio Leone? Il 30 aprile 1989 ci lasciava uno dei più grandi e conosciuti registi italiani di tutti i tempi: Sergio Leone....

Calcio

Storia, Disciplina e Onore: CSKA, viaggio nello Sport dell’Armata Rossa Il 29 Aprile 1929 nasceva la Polisportiva CSKA, massima espressione dello Sport dell’Unione Sovietica...

Calcio

Festa della Liberazione: la Resistenza di Giacomo Losi Il 25 aprile 2021 ricorre in Italia il 76esimo anniversario della Festa di Liberazione. Proprio in questo...

Calcio

Quello a cui stiamo assistendo negli ultimi giorni rappresenta uno dei punti più bassi che il calcio ci ha offerto nelle ultime decadi. Una...

Calcio

Saul Malatrasi, l’uomo delle Coppe Quando qualche anno fa la Spal tornava in Serie A dopo quasi mezzo secolo venivano citati i giocatori lanciati...

Calcio

Edin Dzeko, il Diamante di Sarajevo Compie oggi 35 anni Edin Dzeko, centravanti bosniaco della Roma che dopo aver vissuto in prima persona i...

Calcio

Jock Stein, il destino del minatore che salì sul tetto d’Europa La storia di John “Jock” Stein inizia nel lontano 1922 a Burnbank, nel...

Calcio

Bruno Conti, il MaraZico che giocava a Baseball Compie oggi 66 anni Bruno Conti, formidabile ala dell’Italia Campione del Mondo 1982 e del secondo...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Via del Campo: Nemmeno Roy Keane ha fermato gli Haaland Haaland, Haaland, Haaland. Negli ultimi giorni, il web si è riempito del...

Economia

Società italiane di calcio quotate in Borsa, andamento degli ultimi mesi Tra le società quotate in Borsa, da tempo, ci sono anche alcuni dei...

Calcio

Oronzo Pugliese, il Mago di Turi di un calcio che non esiste più L’11 Marzo 1990 ci lasciava uno dei primi allenatori pugliesi saliti...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro