Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Derby senza incidenti, prova superata. E ora, Ministro Alfano, via le barriere?

La notizia che fa da corollario al derby di Roma (passata in secondo piano rispetto alle dichiarazioni di Lulic) è che la giornata, si è svolta senza incidenti. All’insegna della massima civiltà da parte delle due tifoserie. Le quali, erano arrivate a questo derby, ancora una volta, nella veste di sorvegliate speciali. Dopo che alla vigilia un tifoso laziale era stato arrestato e altri 4 denunciati perché trovati in possesso di mazze e bastoni. Ma anche dopo le polemiche scoppiate in seguito ai “cori sbagliati” (“derby come una guerra etnica” da parte laziale, “uccidiamoli” da quella romanista) che avevano preceduto la stracittadina facendo gridare allo scandalo. Come se fino ad oggi la partita più sentita dell’anno a Roma, fosse stata sempre una sorta di raduno hippie celebrato all’insegna della filosofia peacelove. Pace e amore. Come quello che con buona pace dei tanti moralisti dell’ultimo minuto, non c’è mai stato, da quando esiste il calcio, tra le tifoserie di Roma e Lazio ma anche di tutte le squadre che appartengono alla stessa città.

E allora perché meravigliarsi tanto, se proprio dalle due tifoserie, sono arrivate parole al fulmicotone finalizzate, per lo più a caricare le reciproche squadre? Come se prima non fosse mai successo. Perchè invece non meravigliarsi allo stesso modo, che alle parole non siano seguiti i fatti? E sottolineare piuttosto che questo derby, definito come un “banco di prova” nientemeno che dal ministro degli Interni Angelino Alfano, si sia svolto invece nella massima civiltà? La stessa che evidentemente, deve aver sorpreso più di qualcuno intento a cercare la notizia solo nelle dichiarazioni (per quanto offensive) che il laziale Lulic ha indirizzato al romanista Rudiger.  Senza invece dare il giusto risalto alle altre dichiarazioni, quelle pronunciate proprio da Alfano il quale, parlando di derby come banco di prova per le barriere aveva fatto intendere che le tanto vituperate barriere in curva, motivo di protesta delle due tifoserie, se la partita si fosse svolta senza incidenti, sarebbero potute anche essere eliminate.

E allora, caro ministro Alfano, adesso che al derby non è volata neanche una mosca, che cosa farà? Eliminerà le barriere dalle curve come aveva promesso? Oppure, proprio come le due tifoserie di Roma e Lazio, alle parole non farà seguire i fatti? Se così fosse, alla fine, non ci sarebbe da meravigliarsi.

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Il giorno in cui Roma e Lazio giocarono con la stessa maglia in onore di Paparelli Il 28 Ottobre 1979 durante il derby della...

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A di Paolo Valenti (nona giornata) Dai big match che hanno chiuso la domenica di campionato escono due...

Storie di Sport

Roma-Napoli: una storia di calcio, cinema, musica e passione Si gioca oggi alle ore 18 all’Olimpico Roma-Napoli, una partita che un tempo era definita...

Calcio

La Strage allo Stadio Lenin di Mosca e l’insabbiamento del regime Il 20 Ottobre 1982 allo Stadio Lenin di Mosca, durante una partita di...

Calcio

Ranieri e il destino a luci rosse dietro la favola Leicester Compie oggi 70 anni Claudio Ranieri, l’allenatore romano il cui nome sarà per...

Calcio

Streaming illegale e IPTV: ecco come funziona il “Pezzotto” e quanto è facile abbonarsi Lo streaming illegale delle IPTV torna d’attualità con l’intervento della...

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A a cura di Paolo Valenti (ottava giornata) Il Napoli tiene, la Juve rilancia. E’ la sintesi delle...

Calcio

Falcao, l’addio, la politica e il Papa Compie oggi 68 anni Paulo Roberto Falcao, l’ottavo Re di Roma, rimasto nella memoria dei tifosi giallorossi...

Calcio

“Tifosi laziali per sempre”: il nuovo libro di Alberto Ciapparoni Chi conosce Alberto Ciapparoni sa della sua rigorosa professionalità nel porre attenzione alle vicende...

Calcio

Dario Fo: il Premio Nobel che amava il calcio “vecchie maniere” Il 13 Ottobre 2016 moriva Dario Fo, uno degli artisti italiani più stimati...

Calcio

Calcio e corruzione: Gegio Gaggiotti e i suoi capolavori Il 10 Ottobre 1991 moriva Eugenio Gaggiotti, l’uomo che è considerato il “pioniere” delle combine...

Calcio

Etoro in Serie A: scopriamo perché il broker punta sul calcio italiano Da ormai qualche anno a questa parte, eToro è uno dei nomi...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro