Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Derby senza incidenti, prova superata. E ora, Ministro Alfano, via le barriere?

La notizia che fa da corollario al derby di Roma (passata in secondo piano rispetto alle dichiarazioni di Lulic) è che la giornata, si è svolta senza incidenti. All’insegna della massima civiltà da parte delle due tifoserie. Le quali, erano arrivate a questo derby, ancora una volta, nella veste di sorvegliate speciali. Dopo che alla vigilia un tifoso laziale era stato arrestato e altri 4 denunciati perché trovati in possesso di mazze e bastoni. Ma anche dopo le polemiche scoppiate in seguito ai “cori sbagliati” (“derby come una guerra etnica” da parte laziale, “uccidiamoli” da quella romanista) che avevano preceduto la stracittadina facendo gridare allo scandalo. Come se fino ad oggi la partita più sentita dell’anno a Roma, fosse stata sempre una sorta di raduno hippie celebrato all’insegna della filosofia peacelove. Pace e amore. Come quello che con buona pace dei tanti moralisti dell’ultimo minuto, non c’è mai stato, da quando esiste il calcio, tra le tifoserie di Roma e Lazio ma anche di tutte le squadre che appartengono alla stessa città.

E allora perché meravigliarsi tanto, se proprio dalle due tifoserie, sono arrivate parole al fulmicotone finalizzate, per lo più a caricare le reciproche squadre? Come se prima non fosse mai successo. Perchè invece non meravigliarsi allo stesso modo, che alle parole non siano seguiti i fatti? E sottolineare piuttosto che questo derby, definito come un “banco di prova” nientemeno che dal ministro degli Interni Angelino Alfano, si sia svolto invece nella massima civiltà? La stessa che evidentemente, deve aver sorpreso più di qualcuno intento a cercare la notizia solo nelle dichiarazioni (per quanto offensive) che il laziale Lulic ha indirizzato al romanista Rudiger.  Senza invece dare il giusto risalto alle altre dichiarazioni, quelle pronunciate proprio da Alfano il quale, parlando di derby come banco di prova per le barriere aveva fatto intendere che le tanto vituperate barriere in curva, motivo di protesta delle due tifoserie, se la partita si fosse svolta senza incidenti, sarebbero potute anche essere eliminate.

E allora, caro ministro Alfano, adesso che al derby non è volata neanche una mosca, che cosa farà? Eliminerà le barriere dalle curve come aveva promesso? Oppure, proprio come le due tifoserie di Roma e Lazio, alle parole non farà seguire i fatti? Se così fosse, alla fine, non ci sarebbe da meravigliarsi.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Francesco Totti: le tappe indimenticabili della storia del Capitano Compie oggi 44 anni Francesco Totti, capitano e leggenda della Roma che, dopo aver lasciato...

Calcio

Napoli – Genoa: inizio e fine del gemellaggio più longevo della Serie A Oggi pomeriggio si giocherà al San Paolo Napoli – Genoa, valevole...

Calcio

Anna Magnani e Francisco Lojacono: una storia di calcio e di un tango a Via Veneto Il 26 settembre 1973 se ne andava all’età...

Calcio

Quando Didier Drogba poteva diventare il Bomber del Chievo In clima di Calciomercato, ecco una storia incredibile che ha visto anni fa il bomber...

Calcio

Mario Jardel e quei saluti calorosi sotto la curva sbagliata Con il calciomercato nel vivo, riviviamo la storia di un bomber dal grande palmarès,...

Calcio

Calcio Moderno e Diritti Tv, Ciampi ci aveva avvertito sulla crisi del Pallone Il 16 settembre 2016 moriva l’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio...

Calcio

Il nuovo infortunio occorso al giovane talento della Roma impone una riflessione sugli eccessi di un mondo, quello del calcio professionistico, che sembra incapace...

Calcio

Compie oggi 58 anni Renato Portaluppi, il brasiliano arrivato a Roma per spaccare il mondo, ma rivelatosi in pochi mesi uno dei “bidoni” più...

Calcio

Chi era Gaetano Scirea Il 3 settembre 1989 moriva  Gaetano Scirea, un campione vero, uno sportivo d’altri tempi, tragicamente scomparso in un incidente stradale...

Calcio

“We will Ruud you”: il calcio ai tempi di Gullit Se Marco Van Basten è la fiaba da raccontare ai figli la sera mentre...

Calcio

Il Benfica e la Maledizione del “ballerino” Bela Guttmann Il 28 agosto 1981 moriva a Vienna Bela Guttmann, leggendario allenatore ungherese, che dopo aver...

Ultime Notizie Calcio

Dove eravamo rimasti? Dopo oltre tre mesi di astinenza causa pandemia da covid-19, il prossimo 20 giugno, salvo clamorose complicazioni, ripartirà finalmente il campionato...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro