Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Derby della Lanterna, al solito posto

Derby della Lanterna, al solito posto

Cominciare con Fabrizio De André sarebbe stato troppo facile, difficile però non farlo. Citare Crêuza de mä, canzone che per anni ha accompagnato le squadre in campo prima di Genoa-Sampdoria, sarebbe stato forse banale, ecco perché vi proponiamo un video inedito in cui il cantautore genovese e genoano – durante un concerto allo stadio Ferraris – augura ai ‘cugini’ blucerchiati di vincere il campionato, cosa che peraltro accadrà. Par condicio rispettata.

“Sarebbe il decimo scudetto nella città di Genova. Noi ne abbiamo vinti nove…e che ne portino uno anche loro!”

.

Il derby della Lanterna ha una grandezza storica, simbolica e psicologica, perché se sei nato nella Superba devi convivere ogni giorno con la rivalità sportiva, persino quando passeggi per le strette e trafficate vie della città; bandiere sul terrazzo, adesivi sul casco, battute divenute celebri e nomi in ricordo di giocatori del passato. Ne sanno qualcosa i bambini chiamati Diego Alberto, ne sanno qualcosa anche i fautori del motto ‘rigore è quando arbitro fischia’.

.Spesso e volentieri sono soltanto attimi a decidere sfide di questa grandezza, sfide in cui il favorito si impaurisce e lo sfavorito si riempie d’orgoglio, dove il rossoblù si contrappone al blucerchiato, dove una città si ferma per un giorno intero.

La Lanterna questa sera si accenderà e lo farà come sempre senza che nessuno se ne accorga, perché tutti gli occhi saranno puntati altrove. Saranno puntati sul prato verde di quello stadio un po’ all’inglese e un po’ all’antica, spesso criticato ma da sempre un luogo di culto per i fedeli rossoblucerchiati, un teatro di sogni e una giostra di emozioni, questa volta tristemente vuoto ma pieno di quei ricordi  che faranno capolino nella testa di ogni tifoso che vivrà la partita dal divano come se fosse una gradinata. Chiedere per credere a chi ha pianto per la punizione di Branco e per lo schiaffo di Boselli o a chi ha gioito per le magie di Vialli e Mancini.

In una città di marinai e cantautori, il derby di Genova non è soltanto una partita: è una scelta di vita.

Citando Faber, ‘adesso è ora che io vada’. Genoani e sampdoriani si rivedranno al tempio. Oggi solo virtualmente, per un virus che ci ha uniti tutti nello stesso destino. Ma, come sempre, al solito posto.

 

A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Vasilis Chadzipanagis: il Maradona Greco che ha dovuto combattere con il destino Compie oggi 67 anni Vasilis Chadzipanagis è un nome che potrebbe non...

Calcio

Carlos Alberto, capitano elegante e talentuoso del Brasile ’70 Il 25 Ottobre 2016 il calcio brasiliano perdeva uno dei suoi più grandi simboli. Il capitano...

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A di Paolo Valenti (nona giornata) Dai big match che hanno chiuso la domenica di campionato escono due...

Storie di Sport

Roma-Napoli: una storia di calcio, cinema, musica e passione Si gioca oggi alle ore 18 all’Olimpico Roma-Napoli, una partita che un tempo era definita...

Calcio

Bert Trautmann: Giocare e vincere con il collo rotto Tutto comincia in una zona borghese di Brema nel 1923, nella quale il giovane Bernhard...

Calcio

Lev Yashin: storia dell’invincibile Ragno Nero Il 22 ottobre 1929 nasceva Lev Yashin, fenomenale portiere russo, unico estremo difensore a conquistare il Pallone d’oro....

Basket

Drazen Petrovic: poesia sospesa tra Mozart e Nietzsche Il 22 ottobre 1964 nasceva Drazen Petrovic, uno dei migliori interpreti della pallacanestro mondiale. Una fiamma...

Calcio

Persepolis – Esteghlal: il derby dei Rossi contro Blu che infuoca l’Iran La parola “derby” ha un valore molto simile, almeno dal punto di...

Calcio

Ranieri e il destino a luci rosse dietro la favola Leicester Compie oggi 70 anni Claudio Ranieri, l’allenatore romano il cui nome sarà per...

Calcio

Streaming illegale e IPTV: ecco come funziona il “Pezzotto” e quanto è facile abbonarsi Lo streaming illegale delle IPTV torna d’attualità con l’intervento della...

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A a cura di Paolo Valenti (ottava giornata) Il Napoli tiene, la Juve rilancia. E’ la sintesi delle...

Calcio

Matthew Le Tissier, una scelta da Dio Strano stadio, il vecchio “The Dell”; trentamila anime di gomiti che si strofinavano uno contro l’altro, nei...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro