Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Decreto Crescita: la Legge Beckham all’italiana che può risollevare la Serie A

[themoneytizer id=”27127-1″]

Decreto Crescita: la Legge Beckham all’italiana che può risollevare la Serie A

In Parlamento si sta discutendo un decreto molto importante per il futuro del paese e con esso anche del mondo del calcio.

Il decreto in oggetto si chiama Decreto Crescita e la norma in questione è quella “attira-cervelli” per far approdare nel Belpaese professionisti stranieri di grande prestigio. Oltre i cervelli però probabilmente a venire attirati visto il contenuto di questo decreto saranno anche i piedi dei calciatori più forti al mondo.
.
Dopo la “Scappatoia Ronaldo”, norma inserita nella legge di stabilitá 2017, che permette a CR7 di pagare su tutti i proventi guadagnati fuori i confini italiani un’imposta forfettaria di solo 100.000 euro e come abbiamo già visto la Juventus elargisce una parte dello stipendio all’asso portoghese attraverso alcune società tutte con residenza fiscale oltre le Alpi.
.
Ci si potrebbe trovare quindi di fronte ad una nuova legge Beckham stavolta all’italiana. La legge Beckham Infatti fu un decreto-legge spagnolo approvato nel 2005 e successivamente abrogato nel 2010. Questo provvedimento riduceva la tassazione dal 43% al 24% per tutti i lavoratori stranieri in Spagna con introiti superiori ai 600.000 € annui.
.
.
Proprio in quegli anni l’ex amministratore delegato del Milan Adriano Galliani si lamentava di questa tassazione e fiscalità agevolata da parte dei club spagnoli, che pagando al lordo molto meno gli stipendi dei giocatori li potevano portare tutti nella Liga. Ebbene, la Spagna dopo 5 anni  si è ravveduta e ha cambiato la sua normativa abrogando di fatto la legge Beckham ma ora è l’Italia che inizialmente aveva puntato il dito a fare la stessa identica cosa.
.
In cosa consisterebbe la legge Beckham all’italiana? La cosa più importante è ovviamente lo sconto sulla tassazione, infatti l’IRPEF si abbasserebbe dal 43% attuale al 30%. L’unico requisito di questa possibile legge Beckham all’italiana e non aver avuto la residenza in Italia nei due anni precedenti e che ci sia la sottoscrizione almeno di un contratto biennale propedeutico all’ottenimento di vantaggi  fiscali per un quinquennio.
.
Inoltre per chi va a risiedere in Basilicata, Campania, Abruzzo, Puglia, Calabria e Sicilia, la tassazione sull’ imponibile scenderebbe al 10%. Considerando le big della Serie A questa legge favorirebbe tutti ma ancor di più il Napoli.
.
[themoneytizer id=”27127-28″]
.
Emanuele Sabatino
A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Chi vince la Champions? E l’Europa League? E, soprattutto, quando potremo tornare allo Stadio? Se fino a qualche giorno fa le domande di milioni...

Calcio

Quello a cui stiamo assistendo negli ultimi giorni rappresenta uno dei punti più bassi che il calcio ci ha offerto nelle ultime decadi. Una...

Calcio

Luigi Barbesino, il mistero della morte del campione d’Italia caduto in guerra Tra le storie dimenticate della Serie A, c’è sicuramente quella di Luigi...

Calcio

Andrea Silenzi, il bomber ‘Pennellone’ partito dalla polvere della Prima Categoria La torre di Ostia: Andrea Silenzi. A cavallo tra gli anni ottanta e...

Calcio

41 anni di Zimbabwe: il calcio al tempo dell’Apartheid Il 18 aprile 1980 lo Zimbabwe, nuovo nome della colonia dell’ex Rhodesia Meridionale, otteneva l’indipendenza...

Calcio

Quando Divock Origi divenne uno Spot sulla sicurezza Compie oggi 26 Anni Divock Origi, l’attaccante belga del Liverpool che si rese protagonista di goal...

Calcio

Carlo Petrini: il coraggio di denunciare Il 16 aprile 2012 moriva Carlo Petrini, il calciatore che degli anni 70-80 ha vissuto sulla sua pelle...

Calcio

Ruud Krol a Napoli, anche libero va bene In una foto al porto di Napoli, in mezzo a due pescatori e con una grossa...

Calcio

Piermario è caro al cielo Citato ogni volta da mio padre, quando avveniva una morte prematura per lui ingiusta. Ormai appartiene a Piermario. Piermario...

Calcio

Quando il “Falco” Marcelo Otero rifilò quattro goal alla Fiorentina Per celebrare i 50 anni compiuti oggi da Marcelo Otero vi proponiamo il racconto...

Calcio

Se lo Sport si inchina alla Fede: Calcio e Ramadan, un’integrazione difficile Nelle prossime settimane, per alcuni allenatori di diverse compagini, composte principalmente da...

Calcio

Lo scorso 6 aprile è stato il trentesimo anniversario dal primo ritorno di Roberto Baggio a Firenze da avversario. Il ‘Divin Codino’ alla Juventus...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro