Connect with us

Cerca articoli

Calcio

I debiti del Milan: Berlusconi accusa, Fassone smentisce. Dove sta la verità?

So che il Milan ha problemi finanziari. E mi preoccupa il silenzio di Mister Li”. Se l’affermazione l’avesse fatta il presidente della Roma James Pallotta forse, non sarebbe stata neanche una notizia. D’altronde il finanziere di Boston sul tema, come sanno bene i lettori di Io Gioco Pulito, ha già detto la sua nel mese di luglio. Ma se a profferire un’affermazione del genere è invece nientemeno che Silvio Berlusconi, allora il discorso cambia.  Chi meglio di Berlusconi può sapere come stanno veramente le cose? E perché un’affermazione del genere che ha gli effetti di un’autentica “bordata” sull’ambiente rossonero? E solo a pochi mesi dal closing per giunta, la tappa finale che ha portato al definitivo passaggio di consegne dalla Fininvest del Cavaliere alla Rossoneri Investment guidata appunto da mister Li Yonghang. Del quale ciò che si conosce meglio sono appunto i debiti che riguardano il Milan. Soprattutto quelli con il fondo Elliott, la società americana che ha prestato a mister Li i soldi necessari per concludere l’operazione.

Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in una recente immagine d’archivio. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Un prestito che ammonta a circa 300 milioni di euro che la società Rossoneri Investment dovrà restituire entro l’ottobre del 2018. Ed è proprio al fondo Elliott che Berlusconi ha fatto riferimento parlando della situazione finanziaria del Milan. Arrivando ad affermare, a proposito del fondo americano, che “è molto probabile che in primavera subentri” alla guida della società, al posto della cordata cinese. Questo perché, come ha detto l’ex presidente, se l’andamento in campionato continuasse ad essere l’attuale, con la squadra di Montella reduce dalla quinta sconfitta in campionato (la quarta negli scontri diretti con Lazio, Roma, Inter e Juventus) difficilmente l’obiettivo di un piazzamento in Champions League potrà essere raggiunto.  E senza il piazzamento in Champions verrebbero a mancare pure i soldi.  E a quel punto, che cosa potrebbe succedere? Come abbiamo già scritto, in quel caso, lo scenario più probabile, considerando le garanzie concesse ad Elliott per la concessione del prestito (tra cui il pegno sulla quote di maggioranza del Milan), e alla luce del diritto lussemburghese (la Rossoneri Investment che controlla il Milan ha sede in Lussemburgo) è che la proprietà del Milan passi proprio al fondo americano. Un’ipotesi che invece l’AD Fassone sembra escludere del tutto dichiarando, e proprio in risposta alle affermazioni di Berlusconi, che “non ci sono problemi finanziari e le cose stanno procedendo i piani”, aggiungendo che queste voci sui problemi del Milan sono solo inesattezze”. La domanda sorge spontanea:dove sta la verità? Per sapere la risposta basterà aspettare qualche mese. Dopo di che si potrà sapere chi tra i due, Berlusconi e Fassone, aveva ragione.

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

La Leggenda di Pelé che “ferma” la Guerra del Biafra in Nigeria Il 6 luglio 1967 l’esercito nigeriano entra nella regione del Biafra, dando...

Altri Sport

Quando i Re del Rugby curarono le ferite della Grande Guerra Il 28 giugno 1919 veniva firmato il Trattato di Versailles che poneva fine...

Altri Sport

Spionaggio e ciclismo: come l’Affare Dreyfus portò alla nascita del Tour de France Inizia oggi da Brest l’edizione numero 108 del Tour de France. La grande...

Calcio

Quando Zinedine Zidane poteva andare al Milan Compie oggi 49 anni Zinedine Zidane, il fenomeno franco algerino, attuale allenatore del Real Madrid, con il...

Calcio

Pierino Prati, il mestiere di far goal Il 22 giugno 2020 ci lasciava Pierino Prati, l’attaccante del Milan e della Roma, campione d’Europa con...

Altri Sport

Lou Gehrig, lo Sportivo che ci ha fatto conoscere la SLA Per la Giornata Mondiale per la lotta alla Sla che si celebra oggi,...

Calcio

A tu per tu con Mauro Suma A Tu per Tu con Mauro Suma, noto giornalista di fede rossonera. Suma inizia la sua carriera...

Calcio

Mario Corso, il poeta maledetto del calcio italiano Il 20 giugno 2020 ci salutava Mario Corso, il funambolo dell’Inter, soprannominato “Mandrake” per le sue...

Altri Sport

I rivoluzionari dello Sport: Bill James, l’inventore dell’algoritmo vincente Il 17 giugno 2003 veniva pubblicato il libro “Moneyball” in cui l’autore Michael Lewis racconta...

Calcio

Mauro Tassotti, il Djalma Santos bianco “Puoi togliere il ragazzo dal ghetto ma non il ghetto dal ragazzo”, dice Zlatan Ibrahimovic. Potremmo portare questa...

Altri Sport

Stoccolma 1956: quelle Olimpiadi Australiane che si disputarono in Svezia Domenica 10 giugno 1956 allo Stockholm Stadium nell’omonima città di Stoccolma si svolse una...

Basket

Drazen Petrovic: poesia sospesa tra Mozart e Nietzsche Il 7 giugno 1993 ci lasciava Drazen Petrovic, uno dei migliori interpreti della pallacanestro mondiale. Una...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro