Connect with us

Cerca articoli

Calcio

I debiti del Milan: Berlusconi accusa, Fassone smentisce. Dove sta la verità?

So che il Milan ha problemi finanziari. E mi preoccupa il silenzio di Mister Li”. Se l’affermazione l’avesse fatta il presidente della Roma James Pallotta forse, non sarebbe stata neanche una notizia. D’altronde il finanziere di Boston sul tema, come sanno bene i lettori di Io Gioco Pulito, ha già detto la sua nel mese di luglio. Ma se a profferire un’affermazione del genere è invece nientemeno che Silvio Berlusconi, allora il discorso cambia.  Chi meglio di Berlusconi può sapere come stanno veramente le cose? E perché un’affermazione del genere che ha gli effetti di un’autentica “bordata” sull’ambiente rossonero? E solo a pochi mesi dal closing per giunta, la tappa finale che ha portato al definitivo passaggio di consegne dalla Fininvest del Cavaliere alla Rossoneri Investment guidata appunto da mister Li Yonghang. Del quale ciò che si conosce meglio sono appunto i debiti che riguardano il Milan. Soprattutto quelli con il fondo Elliott, la società americana che ha prestato a mister Li i soldi necessari per concludere l’operazione.

Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in una recente immagine d’archivio. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Un prestito che ammonta a circa 300 milioni di euro che la società Rossoneri Investment dovrà restituire entro l’ottobre del 2018. Ed è proprio al fondo Elliott che Berlusconi ha fatto riferimento parlando della situazione finanziaria del Milan. Arrivando ad affermare, a proposito del fondo americano, che “è molto probabile che in primavera subentri” alla guida della società, al posto della cordata cinese. Questo perché, come ha detto l’ex presidente, se l’andamento in campionato continuasse ad essere l’attuale, con la squadra di Montella reduce dalla quinta sconfitta in campionato (la quarta negli scontri diretti con Lazio, Roma, Inter e Juventus) difficilmente l’obiettivo di un piazzamento in Champions League potrà essere raggiunto.  E senza il piazzamento in Champions verrebbero a mancare pure i soldi.  E a quel punto, che cosa potrebbe succedere? Come abbiamo già scritto, in quel caso, lo scenario più probabile, considerando le garanzie concesse ad Elliott per la concessione del prestito (tra cui il pegno sulla quote di maggioranza del Milan), e alla luce del diritto lussemburghese (la Rossoneri Investment che controlla il Milan ha sede in Lussemburgo) è che la proprietà del Milan passi proprio al fondo americano. Un’ipotesi che invece l’AD Fassone sembra escludere del tutto dichiarando, e proprio in risposta alle affermazioni di Berlusconi, che “non ci sono problemi finanziari e le cose stanno procedendo i piani”, aggiungendo che queste voci sui problemi del Milan sono solo inesattezze”. La domanda sorge spontanea:dove sta la verità? Per sapere la risposta basterà aspettare qualche mese. Dopo di che si potrà sapere chi tra i due, Berlusconi e Fassone, aveva ragione.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Il 10 Aprile 2018 allo Stadio Olimpico la Roma compie una delle più grandi imprese della sua storia battendo il Barcellona per 3 a...

Calcio

Lo monetina di Alemao e gli altri misteri del Campionato 1989-90 L’8 aprile 1990 durante la partita tra Atalanta e Napoli, il centrocampista brasiliano...

Storie di Sport

Andrea Whitmore-Buchanan: se il destino è più infame anche del razzismo Il 6 aprile 1956 nasceva Andrea Whitmore Buchanan, la talentuosa tennista afroamericana che...

Altri Sport

Gelindo Bordin e l’impresa impossibile di Seul 1988 Compie oggi 62 anni  il maratoneta Gelindo Bordin, l’atleta che vinse un incredibile oro alle Olimpiadi...

Calcio

#Prequel, prima del Professionismo: Intervista ad Arrigo Sacchi  Per i 74 anni compiuti oggi da Arrigo Sacchi, vi riproponiamo l’intervista al “profeta” del calcio...

Altri Sport

Jesse Owens: il nero che incantò Hitler Il 31 marzo 1980 nasceva Jesse Owens, leggendario corridore statunitense che alle Olimpiadi del 1936 nella Berlino...

Calcio

La storia di Alec Stock, esonerato due volte dall’irriconoscenza Il 30 Marzo 1917 nasceva Alec Stock, la cui storia rappresenta perfettamente la vita dell’allenatore...

Economia

Cessione del quinto: tutto quello che c’è da sapere Chi ha bisogno di un finanziamento ha la possibilità di scegliere tra tante formule differenti...

Calcio

Johan Cruijff, la dittatura argentina e il rifiuto ai Mondiali del ’78 Il 24 marzo 2016 Johan Cruijff, il Profeta del Goal, massimo interprete...

Calcio Social

Tra LeBron e Ibrahimovic nessuno dei due ha ragione Quello tra LeBron James e Zlatan Ibrahimovic è stato uno scontro che a livello mediatico...

Calcio

Saul Malatrasi, l’uomo delle Coppe Quando qualche anno fa la Spal tornava in Serie A dopo quasi mezzo secolo venivano citati i giocatori lanciati...

Calcio

Lev Yashin: storia dell’invincibile Ragno Nero Il 20 marzo 1990 moriva Lev Yashin, fenomenale portiere russo, unico estremo difensore a conquistare il Pallone d’oro....

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro