Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Dalla Russia con amore: ai prossimi Mondiali saremo tutti spiati?

Russia 2018, attenzione al Wi-fi e non solo: tifosi, arbitri e giocatori nel mirino dei pirati informatici e delle spie russe.

Mikk Marran, il capo dell’intelligence estone, ha dichiarato che tifosi, arbitri, dirigenti e giocatori che andranno in Russia per il prossimo Mondiale e che vedrà il calcio d’inizio il 14 giugno e si disputerà in 11 differenti città, devono essere molto cauti nell’usare telefoni, tablet e computer per via della possibilità di essere soggetti a furti d’identità e violazione dalle privacy da parte degli hacker e spie russe.



 Marran avverte di fare particolare attenzione anche alle persone con cui si parla nei bar e nei pub perché potrebbero essere hacker o spie camuffati da semplici tifosi con l’intento di carpire informazioni e poi rubare l’identità o ricattare le vittime. “I tifosi stranieri devono evitare di portare in giro telefoni, tablet e computer dappertutto.”

Specialmente i businessman, che potrebbero avere informazioni privilegiate sul paese di provenienza, saranno i principali obiettivi. Per accalappiarli potrebbero essere utilizzate quelle che in gergo vengono definite “Honeytrap – Trappole di miele” ovvero la creazione artificiosa di affair sessuali, con donne bellissime, al solo scopo di scattare foto e video per ricattare la vittima di turno.

Continua Marran: “La Russia sa già chi arriverà, dove alloggerà, cosa farà e tutte le possibili debolezze di ognuno dei visitatori. Questo non vuol dire non andare in Russia, che è un grande paese. Significa solo mettere in guardia i tifosi e non solo dalle possibili, o meglio probabili, minacce a cui potrebbero essere sottoposti mentre spendono felicemente il loro tempo libero nella terra governata da Putin”.

Alle parole di Marran hanno fatto seguito quella della FA inglese che ha  invitato i propri dirigenti e calciatori a non utilizzare wi-fi pubblici o degli hotel una volta giunti in Russia e allo stesso tempo ha mandato una lettera alla FIFA con la richiesta di aumentare le difese contro i pirati informatici specialmente dopo l’attacco da parte dei gruppo di Hacker “Fancy Bears” che rivelarono l’uso di sostanze proibite da parte degli sportivi, seppur con l’ok della WADA, e scoprì che 150 giocatori di calcio fallirono il controllo anti-doping nel 2015,  200 nel 2016.

A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Clicca per commentare

0 Comments

  1. AleChe

    Febbraio 24, 2018 at 2:20 pm

    Quante sciocchezze…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Quelli che sono stati anche figli di Beppe Viola Il 17 Ottobre 1982 ci salutava quel genio giornalistico, ma non solo, di Beppe Viola....

Calcio

Arbitri, Tifosi e Calciatori: una Storia di sangue Le ultime settimane di calcio si sono contraddistinte per due episodi di violenza nei confronti degli...

Calcio

Didi, il calcio in due sillabe L’8 ottobre 1928 nasceva Valdir Pereira, meglio noto con lo pseudonimo Didi, uno dei calciatori più iconici della...

Calcio

Aldo Biscardi: dalle intercettazioni con Moggi al “Moviolone” divenuto realtà Sono passati quattro esatti dalla morte di Aldo Biscardi. Il giornalista, autore e conduttore...

Calcio

Dirk Schlegel e Falko Götz, i due talenti della Germania Est fuggiti dalla Stasi Ieri in Germania si è festeggiata la Giornata della Riunificazione...

Motori

“Incidente all’Orient Kermesse”: Singapore e il “CrashGate” del 2008 Si corre oggi il Gran Premio di Turchia, valevole per il 16esimo turno del Mondiale...

Altri Sport

Johann Kastenberger: il maratoneta che scappava dalla polizia Il primo ottobre 1958 nasceva Johann Kastenberger, un atleta sconosciuto nel mondo, ma che in Austria...

Calcio

Silvio Piola, il più grande marcatore italiano che non vinse mai lo scudetto Il 29 settembre 1913 nasceva Silvio Piola, simbolo del calcio italiano...

Altri Sport

Gimondi contro Merckx, la rivincita dell’Eterno Secondo nell’Inferno del Montjuïc Il 29 settembre 1942 nasceva Felice Gimondi, eroico ciclista italiano. Per ricordarlo vi raccontiamo...

Calcio

Neve, Black out e colpi di pistola: i 5 episodi del Derby di Roma che (forse) non conoscete Il derby non è mai una...

Calcio

Josef Bican, il più grande marcatore della storia dimenticato per colpa della Guerra Il 25 settembre 1913 nasceva Josef Bican, un nome che potrebbe...

Altri Sport

Un Gentiluomo chiamato Larry Lemieux: quando per vincere devi perdere Il 24 Settembre 1988 alle Olimpiadi di Seul, Larry Lemieux, un uomo che a...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro