Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Dalla Russia con amore: ai prossimi Mondiali saremo tutti spiati?

Russia 2018, attenzione al Wi-fi e non solo: tifosi, arbitri e giocatori nel mirino dei pirati informatici e delle spie russe.

Mikk Marran, il capo dell’intelligence estone, ha dichiarato che tifosi, arbitri, dirigenti e giocatori che andranno in Russia per il prossimo Mondiale e che vedrà il calcio d’inizio il 14 giugno e si disputerà in 11 differenti città, devono essere molto cauti nell’usare telefoni, tablet e computer per via della possibilità di essere soggetti a furti d’identità e violazione dalle privacy da parte degli hacker e spie russe.



 Marran avverte di fare particolare attenzione anche alle persone con cui si parla nei bar e nei pub perché potrebbero essere hacker o spie camuffati da semplici tifosi con l’intento di carpire informazioni e poi rubare l’identità o ricattare le vittime. “I tifosi stranieri devono evitare di portare in giro telefoni, tablet e computer dappertutto.”

Specialmente i businessman, che potrebbero avere informazioni privilegiate sul paese di provenienza, saranno i principali obiettivi. Per accalappiarli potrebbero essere utilizzate quelle che in gergo vengono definite “Honeytrap – Trappole di miele” ovvero la creazione artificiosa di affair sessuali, con donne bellissime, al solo scopo di scattare foto e video per ricattare la vittima di turno.

Continua Marran: “La Russia sa già chi arriverà, dove alloggerà, cosa farà e tutte le possibili debolezze di ognuno dei visitatori. Questo non vuol dire non andare in Russia, che è un grande paese. Significa solo mettere in guardia i tifosi e non solo dalle possibili, o meglio probabili, minacce a cui potrebbero essere sottoposti mentre spendono felicemente il loro tempo libero nella terra governata da Putin”.

Alle parole di Marran hanno fatto seguito quella della FA inglese che ha  invitato i propri dirigenti e calciatori a non utilizzare wi-fi pubblici o degli hotel una volta giunti in Russia e allo stesso tempo ha mandato una lettera alla FIFA con la richiesta di aumentare le difese contro i pirati informatici specialmente dopo l’attacco da parte dei gruppo di Hacker “Fancy Bears” che rivelarono l’uso di sostanze proibite da parte degli sportivi, seppur con l’ok della WADA, e scoprì che 150 giocatori di calcio fallirono il controllo anti-doping nel 2015,  200 nel 2016.

Emanuele Sabatino
A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Clicca per commentare

0 Comments

  1. Avatar

    AleChe

    Febbraio 24, 2018 at 2:20 pm

    Quante sciocchezze…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Ruud Krol a Napoli, anche libero va bene In una foto al porto di Napoli, in mezzo a due pescatori e con una grossa...

Calcio

Lo monetina di Alemao e gli altri misteri del Campionato 1989-90 L’8 aprile 1990 durante la partita tra Atalanta e Napoli, il centrocampista brasiliano...

Calcio

La rivincita di Igor Akinfeev Compie oggi 35 anni Igor Akinfeev, il portiere russo che agli ultimi Mondiali si è preso una rivincita attesa...

Storie di Sport

Andrea Whitmore-Buchanan: se il destino è più infame anche del razzismo Il 6 aprile 1956 nasceva Andrea Whitmore Buchanan, la talentuosa tennista afroamericana che...

Altri Sport

Gelindo Bordin e l’impresa impossibile di Seul 1988 Compie oggi 62 anni  il maratoneta Gelindo Bordin, l’atleta che vinse un incredibile oro alle Olimpiadi...

Altri Sport

Jesse Owens: il nero che incantò Hitler Il 31 marzo 1980 nasceva Jesse Owens, leggendario corridore statunitense che alle Olimpiadi del 1936 nella Berlino...

Altri Sport

A tu per tu con Giovanni “Johnny” Pellielo, la Leggenda del Tiro a Volo Fasi decisive per il mondo dello sport in generale che...

Calcio

Le partite degli altri: l’ultima volta della DDR Aggrappati a un gol, impensabile ancor più che imprevisto, di Jürgen Sparwasser, quando le spartane maglie...

Calcio

Johan Cruijff, la dittatura argentina e il rifiuto ai Mondiali del ’78 Il 24 marzo 2016 Johan Cruijff, il Profeta del Goal, massimo interprete...

Calcio

Il paradiso e l’inferno in un colpo solo: la Nigeria ai Mondiali 1998 La Nigeria a Francia ’98: quel sogno infranto dal poker danese....

Calcio

Lev Yashin: storia dell’invincibile Ragno Nero Il 20 marzo 1990 moriva Lev Yashin, fenomenale portiere russo, unico estremo difensore a conquistare il Pallone d’oro....

Inchieste & Focus

Perché il Calcio non c’entra niente con lo Ius Soli Negli ultimi giorni è tornata in auge la questione Ius Soli, con le dichiarazioni...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro