Connect with us

Cerca articoli

Eventi

Cristina D’Avena sold out: è lei la regina incontrastata dell’Etna comics

Uno spettacolo nello spettacolo: questo è stato il risultato del bellissimo concerto di Cristina D’Avena, sul palco dell’Etna comics insieme alla band . Ciminiere sold out, con più di tremila persone e degli appositi led piazzati fuori dai cancelli per permettere alla gente intervenuta di assistere. Un evento unico, un viaggio meraviglioso nel mondo dei cartoni animati, che ripercorre ben trentacinque anni di successi ininterrotti. E sul palco lei: la dolce Cristina con l’immancabile Db Days Band e dal Voices Of Heaven Gospel Choir. Una D’Avena in gran forma, piena di grinta, un concentrato di energia e un carico di emozioni. Un’artista consapevole della sua grandezza, con alle spalle decenni di successi e l’entusiasmo degli esordi: matura ma ancora pieno di passione. E sul palco canta, balla, emoziona e trascina il pubblico in un concerto meraviglioso. Vecchi successi del passato e del presente, da “I Puffi sanno” e “David gnomo” a “Il mistero della pietra azzurra”, passando per “Ti voglio bene Denver”, “Occhi di gatto”, “Pollon combinaguai”, “L’incantevole Creamy”, “Belle e Sebastien”, “La, sui monti con Annette”, “Mila e Shiro due cuori nella pallavolo”, “Holly & Benji”, “Sandy dai mille colori”, ma anche i più recenti: “Batman”, “Robin Hood”, “Sailor moon” e “Doraemon”, tanto per citarne alcuni.

Quasi quaranta successi no stop, canzoni completamente arrangiate, suonate insieme alla fortissima band e brani come “Lovely Sara” interamente in acustica. Cristina D’Avena ha messo sul palco la sua anima da bambina e, sempre fedele a se stessa, ha fatto impazzire il pubblico regalando uno spettacolo indimenticabile. Perché il suo concerto è stato un vero trionfo. Fan in visibilio, gente di tutte le età che ha cantato insieme a lei tutte le canzoni. Là solo per lei, per le sue canzoni, per le emozioni. La sua voce è pura melodia. Più di due ore di musica ininterrotta e un repertorio vastissimo. Il risultato è un grandissimo spettacolo. La cantante si reinventa. Introspettiva nell’intimissima versione di “Lovely Sara”, trascinatrice in  “Batman”, irriverente nella versione di “Pollon combinaguai”, meravigliosamente delicata ne “L’incantevole Creamy”. Cristina dalle mille sfumature: delicata, intensa, esplosiva.

Trentacinque anni di carriera racchiusi in 85 album ufficiali e 11 Greatest Hits. Trentacinque anni di successi e una storia raccontata sul palco, quella di una bambina di nome Cristina che conquistava tutti mentre, con il microfono in mano cantava “Il valzer del moscerino” e che adesso, donna, si racconta senza filtri e senza maschere. Racconta la sua vita, il suo percorso fatto di tappe, di animazione, di colori, di magia. Perché, alla fine, il concerto è proprio questo: un viaggio nella fantasia alla costante ricerca dell’isola che non c’è.

«Ho iniziato cantando una sigla “Bambino Pinocchio”, ma non avrei mai pensato, dopo 35 anni, che avrei avuto un pubblico così. Grazie» ha raccontato commossa. A 26 anni dal debutto con la sigla di “Bambino Pinocchio” del 1981, con cui si aggiudicò il disco d’oro con 50.000 copie vendute e al quale fece seguito poco dopo quello per “La Canzone dei Puffi”, suo intramontabile cavallo di battaglia, il successo di Cristina non accenna a diminuire.

Tanti applausi per lei, foto e soprattutto cori da stadio: “Cristina ti amiamo, sei bellissima…”. E il concerto si fa festa, ripercorre i ricordi, ricorda gli amori, diventa poesia e si trasforma in energia. Quello che era preannunciato come un concerto si è trasformato ad Etna Comics in un trionfo. Assolutamente da ripetere.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Basket

Memento: C’erano una volta i Sonics, la Leggenda di Emerald City “L’acqua limacciosa della memoria, dove tutto ciò che cade si nasconde. Se la...

Calcio

Bianchi contro Neri, la partita “razzista” dove nessuno si sentì discriminato Estate 1979; West Midlands, più precisamente West Bromwich. La società di casa allo...

Calcio

Quelli che sono stati anche figli di Beppe Viola Il 17 Ottobre 1982 ci salutava quel genio giornalistico, ma non solo, di Beppe Viola....

Calcio

Coming Out Day: Fasce e lacci arcobaleno, ma il Calcio resta ancora uno sport omofobo L’11 Ottobre si celebra in tutto il mondo il...

Pugilato

Bruno Arcari, la concretezza del Campione riservato di una Boxe che non esiste più In un’epoca in cui la spettacolarizzazione dello sport è all’ordine...

Calcio

Aldo Biscardi: dalle intercettazioni con Moggi al “Moviolone” divenuto realtà Sono passati tre anni esatti dalla morte di Aldo Biscardi. Il giornalista, autore e...

Calcio

Silvio Piola, il più grande marcatore italiano che non vinse mai lo scudetto Il 4 ottobre 1996 ci lasciava Silvio Piola, simbolo del calcio...

Altri Sport

Johann Kastenberger: il maratoneta che scappava dalla polizia Il primo ottobre 1958 nasceva Johann Kastenberger, un atleta sconosciuto nel mondo, ma che in Austria...

Altri Sport

Gimondi contro Merckx, la rivincita dell’Eterno Secondo nell’Inferno del Montjuïc Il 29 settembre 1942 nasceva Felice Gimondi, eroico ciclista italiano. Per ricordarlo vi raccontiamo...

Calcio

Francesco Totti: le tappe indimenticabili della storia del Capitano Compie oggi 44 anni Francesco Totti, capitano e leggenda della Roma che, dopo aver lasciato...

Calcio

I leggendari 1.140 minuti dello Swindon Town dalla Third Division alla gloria di Wembley Il calcio è uno sport meraviglioso e niente entusiasma più...

Calcio

Josef Bican, il più grande marcatore della storia dimenticato per colpa della Guerra Il 25 settembre 1913 nasceva Josef Bican, un nome che potrebbe...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro