Quantcast
Connect with us

Cerca articoli

Azzardo

Se il Covid aumenta la percentuale di giocatori da casa

Se il Covid aumenta la percentuale di giocatori da casa

La pandemia non è stata una disgrazia per tutti, ci sono alcuni settori per i quali si è rivelata essere una sorta di manna dal cielo. Si parte con tutto quello che transita dalla rete, per primi gli acquisti tramite e-commerce e marketplace vari, e si prosegue con tutta la sfera ludica, particolarmente ricercata da chi ha dovuto inventarsi qualcosa per sopperire alle tante settimane di chiusura in casa.
Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, durante il lock down primaverile (che non dovrebbe essere l’ultimo del 2020) è aumentato il numero dei giocatori di azzardo (fonte: AdnKronos). Risultati che sono stati raccolti da un’indagine realizzata ad Aprile su un campione di quasi 6mila cittadini contattati online per essere intervistati.

Con la pandemia cresce il gioco d’azzardo online

Si parlava ovviamente di gioco d’azzardo in rete, con particolare predilezione per il casinò online: d’altra parte le sale per il gioco fisico erano chiuse e le scommesse non praticabili, in quanto anche il calcio era fermo. Così si può spiegare il boom dei casinò online e, più in generale, di altri giochi d’azzardo sempre fruibili in rete.
A contribuire a tale crescita è stata anche la crisi economica globale: ed ancora una volta si ripete il curioso dato in base al quale, nei momenti di maggiore criticità finanziaria, si fa ricorso a strumenti che non possono essere garanzie di guadagni; un po’ quanto succede con la diffusione del gioco tra le fasce meno abbienti della popolazione, dove trova maggior terreno fertile.
Il settore del gioco registra quindi una nuova spinta confermando una tendenza positiva, già ampiamente sperimentata anche prima della diffusione della pandemia, che neanche il Decreto Dignità è riuscito ad arginare.

Decreto Dignità e portali di gioco d’azzardo

Perché a seguito di quel decreto il settore del gioco è diventato più borderline e muoversi al suo interno non è sempre facile. I portali di gioco non possono essere più pubblicizzati, viceversa sono assolutamente leciti da promuovere siti di comparazione online, come nel caso di Bonuspercasino.com.
Il tutto nasce per cercare di porre un argine alle diffusione del gioco d’azzardo, soprattutto nelle sue forme più marcate che lo portano ad essere considerato una vera e propria patologia. In Inghilterra a questo riguardo è stato sperimentato un software che ha il compito di far scattare il blocco delle macchinette o slot machine per 30 secondi nel caso in cui il meccanismo di intelligenza artificiale rilevi un comportamento eccessivo del giocatore (ne avevamo parlato in questo articolo). In Spagna è invece stata lanciata una app che consente ai giocatori di autoescludersi dall’accesso ai casinò in rete per limitarsi.

Perché cresce l’interesse verso i casinò in rete

A fronte di tutto questo si parla di un mondo in crescita, che si appresta a vivere una seconda ondata di ascesa in concomitanza con il probabile nuovo lock down: la stessa Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato prevede per la fine 2020 un volume d’affari che supererà il miliardo di euro.
Oltre alla pandemia, ad incrementare l’interesse verso il gioco online è il livello tecnologico ormai raggiunto dalle principali piattaforme (in alcuni casi possono offrire esperienze da gioco quasi simili a quelle reali); la possibilità di sfidarsi con altri giocatori reali da qualsiasi parte del mondo grazie alla modalità live; i tanti bonus ed offerte che gli operatori mettono a disposizione. E, non ultimo, il livello di sicurezza raggiunta dalle piattaforme, ovviamente si parla di quelle regolamentate dai Monopoli di Stato, dopo che i software di prima generazione, circa un decennio fa, si erano dimostrati poco sicuri e facilmente accessibili anche da malintenzionati o virus.

Avatar
A cura di

Facebook

Da non perdere

Sport

Cosa sarebbe un mondo senza lo sport Stadio dei Marmi, Foro Italico, Roma. Un uomo entra nell’impianto e trova le statue deformate. Non sono...

Altri Sport

A tu per tu con Pino Maddaloni, l’oro di Scampia Archiviati gli europei di Judo a Lisbona con tre medaglie raggiunte dagli azzurri, ottimo...

Altri Sport

A tu per tu con Antonio Rossi, la Leggenda della canoa azzurra In questo marzo pazzo condizionato gravemente dalle varianti Covid e dalla imminente...

Azzardo

Calcio e gioco d’azzardo: nuova partnership tra As Roma e Leovegas.News Un accordo che era nell’aria, anticipato dalla pubblicità comparsa sui cartelloni dello stadio...

Calcio

Europei 2021: ancora incertezze sulla modalità di svolgimento Euro 2020, competizione che si sarebbe dovuta disputare l’anno scorso, ma che a seguito dell’emergenza sanitaria...

Calcio

Francesco Acerbi: storia di una rinascita Compie oggi 33 anni Francesco Acerbi, colonna difensiva della Lazio, la cui storia, oggi più che mai, ci...

Azzardo

Conviene utilizzare i pronostici in rete prima di scommettere? Quello del betting è un mondo particolarmente ricco ed articolato, che nel corso degli anni...

Azzardo

Sanzioni agli operatori di gioco online. Italia modello virtuoso nel 2020 Sanzioni per gli operatori di gioco in sensibile aumento: sono circa cinquanta i...

Azzardo

Dal vecchio Totocalcio al web: storia della tanto amata schedina Una ‘vecchietta’ che ha abbondantemente passato i 75 anni di età e che negli...

Azzardo

Slot e giochi, cosa aspettarsi dal 2021 Il banco piange, è proprio il caso di dirlo; non siamo ad un tavolo di poker ma...

Azzardo

Come l’AAMS sta regolamentando il gioco in Italia Un comparto sempre borderline che si muove in perfetto equilibrio tra lecito ed illegale e che...

Calcio

Alcuni validi motivi per seguire ancora il calcio In Italia, da che mondo è mondo, il calcio è lo sport più amato e seguito...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro