Connect with us

Cerca articoli

Integratori

A cosa serve la vitamina D, l’energia che viene dal Sole

A cosa serve la vitamina D?

Il corpo umano produce vitamina D come risposta all’esposizione al sole, ma è possibile aumentare l’assunzione di vitamina D attraverso determinati alimenti o integratori. La vitamina D è importante per diversi motivi, come il mantenimento di ossa e denti sani e può, inoltre, proteggere da una serie di malattie, come il diabete di tipo 1. La vitamina D, in realtà, non è una vera e propria vitamina, ma un proormone o un precursore di un ormone.

I benefici della vitamina D

La vitamina D aiuta a mantenere ossa e denti sani (svolge un ruolo significativo nella regolazione del calcio e nel mantenimento dei livelli di fosforo nel sangue, fattori vitali per mantenere le ossa sane), protegge il sistema immunitario e il sistema nervoso, regola i livelli di insulina e supporta la gestione del diabete, sostiene la funzione polmonare e la salute cardiovascolare, contrasta l’insorgere di geni coinvolti nello sviluppo del cancro.

L’uomo ha bisogno di vitamina D per consentire all’intestino di stimolare e assorbire il calcio che i reni altrimenti espellerebbero. La carenza di vitamina D nei bambini può causare rachitismo, mentre negli adulti la carenza di vitamina D si manifesta con l’osteomalacia che genera scarsa densità ossea e debolezza muscolare. Una carenza di vitamina D può anche presentarsi come osteoporosi.

Secondo uno studio la vitamina D può ridurre in alcuni casi il rischio di influenza. Sono quindi necessarie ulteriori ricerche per confermare l’effetto protettivo della vitamina D sull’influenza.

Vitamina D: carenza

La carenza di vitamina D può provocare ipertensione nei bambini. Uno studio del 2018 ha trovato una possibile connessione tra bassi livelli di vitamina D e rigidità nelle pareti arteriose dei bambini. L’American Academy of Allergy Asthma and Immunology (AAAAI) suggerisce che le prove indicano una connessione tra una bassa esposizione alla vitamina D e un aumentato rischio di sensibilizzazione allergica. Un esempio di ciò sono i bambini che vivono più vicino all’equatore e hanno tassi di ricovero più bassi in ospedale per allergie e meno prescrizioni di autoiniettori di epinefrina. Hanno anche meno probabilità di sviluppare un’allergia alle arachidi.

L’AAAAI evidenzia anche uno studio australiano sull’assunzione di uova. Le uova sono una fonte precoce comune di vitamina D. I bambini che hanno iniziato a mangiare uova dopo 6 mesi avevano maggiori probabilità di sviluppare allergie alimentari rispetto ai bambini che hanno iniziato tra i 4 ei 6 mesi di età. Inoltre, la vitamina D può aumentare gli effetti antinfiammatori dei glucocorticoidi. Questo vantaggio la rende potenzialmente utile come terapia di supporto per le persone con asma resistente agli steroidi.

Uno studio del 2019 ha evidenziato che le donne incinte carenti di vitamina D possono avere un rischio maggiore di sviluppare preeclampsia e di partorire prematuramente. I medici associano uno scarso stato di vitamina D anche al diabete gestazionale e alla vaginosi batterica nelle donne in gravidanza.

È anche importante notare che in uno studio del 2013, i ricercatori hanno associato alti livelli di vitamina D durante la gravidanza con un aumentato rischio di allergia alimentare nel bambino durante i primi 2 anni di vita.

Le cause della carenza di vitamina D

Le cause della carenza di vitamina D sono molteplici come il tipo di pelle. Una pelle più scura, infatti, riduce la capacità del corpo di assorbire i raggi ultravioletti B (UVB) del sole. L’assorbimento della luce solare è essenziale affinché la pelle produca vitamina D. Una crema solare con un fattore di protezione pari a 30 può ridurre la capacità del corpo di sintetizzare la vitamina del 95% o più. Coprire la pelle con i vestiti può anche inibire la produzione di vitamina D.

Le persone che vivono alle latitudini settentrionali o in aree ad alto inquinamento, che lavorano durante le ore notturne o sono costrette a rimanere in casa, dovrebbero mirare a consumare vitamina D da fonti alimentari quando possibile. Un altro fattore riguarda l’allattamento al seno: i neonati allattati esclusivamente al seno necessitano di un integratore di vitamina D, soprattutto se hanno la pelle scura o in presenza di una minima esposizione al sole. Gli integratori di vitamina D sono sicuramente utili, ma è sempre meglio ottenere vitamine o minerali attraverso fonti naturali, ove possibile.

Sintomi della carenza di Vitamina D

I sintomi della carenza di vitamina D possono includere malattie o infezioni, fatica, dolori alle ossa e alla schiena, cattivo umore, guarigione rallentata da eventuali ferite, perdita di capelli, dolori muscolari. Se la carenza di vitamina D persiste per lunghi periodi può causare complicazioni, come problemi cardiovascolari, problemi al sistema immunitario, malattie neurologiche, infezioni, complicazioni della gravidanza, alcuni tipi di cancro, come quello al seno, alla prostata e al colon.

Gli alimenti ricchi di Vitamina D

Gli alimenti ricchi di vitamina D sono il pesce grasso, come salmone, sgombro e tonno, tuorli d’uovo, formaggio, fegato di manzo, funghi, latte, cereali e succhi di frutta.

Dosaggio Vitamina D

Le persone possono misurare l’assunzione di vitamina D in microgrammi (mcg) o unità internazionali (UI). Un microgrammo di vitamina D equivale a 40 UI.

E’ importante non assumere in dosi eccessive la vitamina D sotto forma di integratori. Un consumo eccessivo di vitamina D può portare a un’eccessiva calcificazione delle ossa e all’indurimento dei vasi sanguigni, dei reni, dei polmoni e dei tessuti cardiaci. I sintomi più comuni di un’eccessiva vitamina D includono mal di testa e nausea. Tuttavia, troppa vitamina D può anche portare a perdita di appetito, bocca asciutta, un sapore metallico, vomito, stipsi, diarrea.

(Fonte https://www.medicalnewstoday.com/articles/161618#risks )

 

 

Avatar
A cura di

Da non perdere

Cura e Prevenzione

8 sintomi di carenza di vitamina D La vitamina D è una vitamina molto importante che ha potenti effetti su molteplici sistemi del corpo....

Alimentazione

Alimenti ricchi di vitamina D La vitamina D è l’unico nutriente che il corpo produce quando è esposto alla luce solare. Tuttavia, fino al...

Alimentazione

Gli alimenti ricchi di omega-3 Gli acidi grassi Omega-3 hanno diversi benefici per il corpo e il cervello. Molte organizzazioni sanitarie tradizionali raccomandano un...

Alimentazione

10 alimenti ricchi di magnesio Il magnesio è un minerale estremamente importante. È coinvolto in centinaia di reazioni chimiche nel corpo e aiuta a...

Integratori

La vitamina D (ergocalciferolo-D2, colecalciferolo-D3, alfacalcidolo) è una vitamina liposolubile che aiuta il corpo ad assorbire calcio e fosforo. Avere la giusta quantità di...

Doping

La Caffeina è Doping? La caffeina migliora sensibilmente le prestazioni atletiche e il suo consumo è stato sottoposto a continui controlli per gli atleti...

Integratori

Quando assumere il magnesio? Il magnesio è un minerale importante coinvolto in molti aspetti della salute dell’uomo. Molti studi dimostrano che può aiutare a...

Integratori

Caffeina e Sport La caffeina è una sostanza che può migliorare le prestazioni fisiche e mentali. Una singola dose può migliorare in modo significativo...

Integratori

A cosa serve il Magnesio: benefici e controindicazioni Il magnesio è il quarto minerale più abbondante nel nostro corpo. È coinvolto in oltre 600...

Integratori

A cosa servono gli Omega-3 Gli acidi grassi Omega-3 hanno molti benefici per la salute del corpo e del cervello. Pochi nutrienti sono stati...

Integratori

A cosa serve la vitamina C? La vitamina C è riconosciuta come uno dei nutrienti più sicuri e efficaci, anche se la sua rinomata...

Integratori

Benefici e controindicazioni della Caffeina La caffeina è lo stimolante naturale più comunemente usato al mondo. Si parla spesso di caffeina per i suoi...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro