/

Coronavirus, Il tonfo dei media sportivi

Inizia la lettura
/
2 mins read

Coronavirus, Il tonfo dei media sportivi

Il Coronavirus ha di fatto bloccato quasi tutto lo sport a livello mondiale. Un duro colpo che ha riguardato non solo i movimenti in se per se, ma soprattutto per il tutto ciò che orbita intorno. La Serie A cerca di ripartire perchè il danno emergente ma soprattutto il lucro cessante dettato da botteghini, sponsor e diritti TV potrebbe far crollare il castello di carte del tutto.

Se il calcio in italia è la terza industria italiana per fatturato è evidente che oltre ai calciatori e allenatori ci siano tanti altri lavoratori coinvolti. Mentre i giornali, siti, e programmi TV generalisti stanno avendo un momento florido vista la paura e soprattutto il blocco fino a qualche giorno fa di tutta la popolazione dentro casa, quelli sportivi tirano i conti di una tonfo incredibile.

A marzo, Sky Sport Uno ha perso il 56% degli ascolti nelle 24 ore rispetto a marzo dell’anno precedente. Nonostante il +40% di pubblico davanti alla Tv, gli spettatori hanno abbandonato lo sport per la tv generalista. Sky Sport 24 ad Aprile ha perso il 70% degli spettatori nell’arco delle 24 ore rispetto all’aprile scorso.

Discorso analogo anche per i quotidiani, l’alternanza tra cronaca e calciomercato è stata interrotta bruscamente dalla scure Covid-19 e così Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport e Tuttosport sono diminuite tra il 50 e il 60% rispetto ai mesi di marzo e aprile 2019.

E’ una situazione temporanea perchè lo sport ricomincerà e il mondo tornerà a girare ma nel frattempo tutte le realtà editoriali/commerciali rischiano parecchi tagli a palinsesto e personale e come per ogni altro settore commerciale, dietro quei numeri ci sono persone, famiglie e storie.

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo.
Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Articoli recenti a cura di

Tutti a Tir…ah, no

Tutti a Tir…ah, no Visto dall’alto, sembra uno di quei plastici della Lego esposti nei negozi