Connect with us

Cerca articoli

Azzardo

Coronavirus e scommesse: la pandemia mette in crisi anche il dorato mondo dei bookmakers

Coronavirus e scommesse: la pandemia mette in crisi anche il dorato mondo dei bookmakers

La pandemia CoronaVirus si sta espandendo a macchia d’olio facendo correre ai ripari anche i paesi inizialmente più reticenti. Tanti i settori colpiti dall’impossibilità di muoversi liberamente ma, con lo stop di molti campionati nazionali e delle Coppe Europee volute dai Governi, tra i più falcidiati sicuramente quello delle scommesse.

Gli eventi sui quali è possibile continuare a puntare sono ormai davvero pochissimi e questo ha creato uno effetto domino simile ad uno tsunami negativo nel settore gambling che ha investito così le agenzie, gli operatori e i concessionari, con una grave perdita anche per le entrate dell’erario.

Il volume di affari sul territorio italiano, secondo Agipronews, ha già subito un calo dell’80% e le previsioni sono ancor più negative. Si è passati da un volume di affari di circa 500mila euro al giorno, a soli 100 mila, con un mancato incasso quindi di circa 400mila euro, corrispondente a 10 milioni nell’arco dei 25 giorni di blocco totale attualmente previsti.

La crisi del settore, investe ancor più pesantemente, il Regno Unito, patria dei bookmakers. Paddy Power, William Hill e le maggiori agenzie hanno già perso 2.2 miliardi di sterline e anche in America la situazione è analoga dove oltre al crollo in borsa delle società di gambling sono già stati chiusi i casinò di Las Vegas e Atlantic City.

Oltre al problema legato strettamente ai ricavi mancati dai flussi delle scommesse, sorge anche la complicata gestione dei pagamenti di quelle vincenti che venivano alimentati dai flussi stessi, ora in totale flessione con il rischio di un grande problema di liquidità. Per questo alcuni operatori hanno addirittura deciso di chiudere momentaneamente.

Inoltre, i maggiori bookmakers stanno affrontando anche la crisi azionaria collegata ovviamente alla quasi totale sospensione della maggior parte degli eventi sportivi. Infatti, le perdite sul mercato per questi player sono tutte a doppia cifra, con William Hill che ha perso il 30% a causa dell’incertezza che genera effetti a catena su tutto il settore che rischia davvero grandi tagli a livello occupazionale.

Emanuele Sabatino
A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Da non perdere

Calcio

Tòth e Kertész, gli eroi ungheresi più forti delle deportazioni naziste La storia di Istvàn Tòth e Géza Kertész è una di quelle che...

Calcio

Erno Erbestein, storia di un uomo che sapeva allenare Per il Giorno della Memoria vi raccontiamo la storia di Erno Erbstein, leggendario allenatore del...

Azzardo

Bookmakers italiani e stranieri: l’importanza della regolamentazione Un tema un bel po’ complesso e per il quale si rende necessaria un po’ di chiarezza;...

Azzardo

Dal vecchio Totocalcio al web: storia della tanto amata schedina Una ‘vecchietta’ che ha abbondantemente passato i 75 anni di età e che negli...

Calcio

Dall’El Dorado ai Narcos: Inferno e Paradiso dei Millonarios di Bogotà Cinco y baile. Dopo il quinto gol, si balla. C’è stata una squadra...

Calcio

Matthias Sindelar, il patriota anti Hitler Il 23 Gennaio 1939 moriva in circostanze misteriose Matthias Sindelar, il fenomeno austriaco che con il suo gesto...

Calcio

Andrej Kanchelskis, storia di una sfortuna infinita Compie oggi 52 anni Andrej Kanchelskis, il calciatore russo arrivato in Italia per spaccare il mondo, finito...

Calcio

Rogerio Ceni, molto più che un portiere Quando si è piccoli e ci si affaccia per la prima volta al mondo del pallone, l’unico...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 21 gennaio 1950 moriva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti conosciuto...

Calcio

Il Mistero Scaini: la triste storia di un ragazzo che non era Paolo Rossi Il 21 Gennaio 1983 se ne andava Enzo Scaini, il...

Calcio

Dino Viola, l’educatore Il 19 Gennaio 1991 moriva Dino Viola, indimenticabile presidente della Roma, che ha lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Il 18 Gennaio 1977 se ne andava Luciano Re Cecconi, iconico...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro