Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Coppa Italia, fattore campo e l’anomalia Roma: può alzare la coppa giocando sempre all’Olimpico

Ieri sera si sono conclusi i quarti di finale della Tim Cup con la vittoria della Roma sul Cesena grazie al rigore di Francesco Totti all’ultimo respiro. Un rigore dubbio che probabilmente a parti invertite non sarebbe stato concesso. Il gioco del calcio ormai non è più solo un pallone che rotola su un manto erboso, ma anche e soprattutto potere e diritti tv. Facile quindi fare l’equazione che il derby Lazio-Roma e  la sfida Juventus-Napoli, con il primo ritorno di Higuain al San Paolo nella sfida di ritorno, abbia un appeal diverso da un Lazio-Cesena, con la gioia dei dirigenti Rai.

Aldilà della formula, spesso criticata, che comunque regalerà due sfide emozionanti e dal grande significato, in questa edizione si potrebbe verificare una curiosa anomalia più unica che rara. Il regolamento della Coppa Italia, infatti, prevede che giochi la gara in casa chi, tra le due contendenti, sia stato sorteggiato con un numero inferiore al momento degli accoppiamenti. La Roma è stata “estratta” con il numero 2 ed infatti ha disputato all’Olimpico i primi due turni in gara secca: gli ottavi di finale contro la Sampdoria, numero 15 e i quarti di finale contro il Cesena, numero 35. In semifinale, unico turno previsto con la  doppia sfida andata e ritorno, incontrerà la Lazio nel derby giocando quindi altre due volte all’Olimpico. Dovesse uscire vincitrice da questa battaglia, i giallorossi approderebbero in finale e, anche dovessero incontrare il Napoli sorteggiato con il numero 1, giocherebbero la quinta partita consecutiva all’Olimpico grazie al regolamento della competizione che ha sancito come sede unica l’Olimpico di Roma il  teatro della finale.

A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Le meteore della Serie A: Adrian Pit, 41 minuti per entrare nella storia della Roma Compie oggi 38 anni Adrian Pit, l’esterno romeno che...

Calcio

Sport Criminale: quando gli atleti sono vittime di agguati Quando parliamo di giocatori vittime di agguati non possiamo non cominciare da quello che, purtroppo,...

Calcio

Svezia 1958, il Mondo ai piedi di O’Rei Pelé Il 29 giugno 1958 al Rasundastadion di Stoccolma il Brasile si impone per 5 a...

Calcio

Euro ’72: l’alba del dominio tedesco La Germania Ovest del 1972, nel calcio, poteva forse vantare un “PIL” tecnico superiore a quello economico della...

Calcio

Pierino Prati, il mestiere di far goal Il 22 giugno 2020 ci lasciava Pierino Prati, l’attaccante del Milan e della Roma, campione d’Europa con...

Altri Sport

I rivoluzionari dello Sport: Bill James, l’inventore dell’algoritmo vincente Il 17 giugno 2003 veniva pubblicato il libro “Moneyball” in cui l’autore Michael Lewis racconta...

Calcio

Kim Vilfort, il meno importante dei miracoli – Lieve è il dolore che parla. Il grande, è muto –  Seneca I sopravvissuti non sono...

Calcio

31 anni da Italia 1990, le Notti Magiche e il trionfo dell’ultima Germania divisa L’8 giugno di 31 anni fa iniziavano i Mondiali di...

Calcio

4 giugno 1944, Roma Liberata: i destini incrociati di Attilio Ferraris IV e Bruno Buozzi Il 4 giugno 1944 terminava, dopo quasi nove mesi,...

Calcio

Per cucire il filo di una memoria basta un Ago Il 30 Maggio 1994 moriva Agostino Di Bartolomei, indimenticabile Capitano della Roma dello Scudetto,...

Calcio

Francesco Totti: le tappe indimenticabili della storia del Capitano Il 28 Maggio 2017 si ritirava Francesco Totti, l’eterno Capitano della Roma. Riviviamo tutte le...

Calcio

La lettera di addio alla Roma di Daniele De Rossi Il 26 maggio 2019 Daniele De Rossi, storica bandiera della Roma, giocava l’ultima partita...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro