Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Clericus Cup: quando i preti vanno in goal

Sport e valori cristiani declinati su un campo di calcio. Al via l’undicesima edizione della Clericus Cup, il campionato di calcio rivolto a preti e seminaristi: 372 calciatori, quattro gironi, 18 squadre, 66 paesi rappresentati. Un Mondiale in piena regola. Da vivere attraverso i valori dello sport, quello vero. Slegato dal business, aperto a chiunque desideri giocare. Non a caso, lo slogan della competizione è “Mettiamoci in gioco nella vita come nello sport”. Pensieri e parole di Papa Francesco.

Vittorio Bosio, presidente del Centro Sportivo Italiano è il “padre putativo” della Clericus Cup. Del resto, il CSI si identifica come strumento di promozione ed educazione sportiva. Con idee che anticipano il calcio professionistico. “Mentre in UEFA si dibatte sul cartellino “arancione” proposto da Marco Van Basten, il CSI utilizza da anni il “cartellino azzurro” una sorta di perdono applicato al calcio. Chi sbaglia deve avere la possibilità di riflettere sui propri errori e non va punito senza appello. Anche questa è educazione allo sport”.

Passione, divertimento, allegria. E non solo. Il calcio è anche molto di più. Don Alessio Albertini calcia il pallone oltre la paura. Si sta impegnando in prima persona nel Centro Italia a sostengo delle popolazioni colpite dal terremoto. Ricostruire, attraverso la speranza, si può. Si deve. Senza paura.

Qualche curiosità: possibilità di un “derby” fra il Collegio San Pietro e il Collegio San Paolo. Il Messico (29 atleti) è la nazione più rappresentata seguita da Brasile (26) e Italia (24). Per la prima volta parteciperanno atleti provenienti da Nicaragua, Malawi e Sudan. Nel Brasile gioca Don Neymar, che ha solo cognome e passione in comune con il suo omonimo. Il Cusmano Belga gioca in onore e ricordo della Chapecoense. Al termine di ogni partita sarà osservato il terzo tempo di preghiera. Si inizia con North American Martyris – Collegio Spagnolo. Finale, il 27 maggio.

[foogallery id=”14031″]

 

A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Jules Rimet, il visionario padre dei Mondiali che ha cambiato il ‘900 Il 14 ottobre 1873 nasceva Jules Rimet, il padre dei Mondiali di...

Calcio

Una piccola storia ignobile Il ragazzo, senegalese, quando prende palla è difficile fermarlo; sin dal primo tempo si alternano, gli avversari, nel tentare di...

Calcio

Arbitri, Tifosi e Calciatori: una Storia di sangue Le ultime settimane di calcio si sono contraddistinte per due episodi di violenza nei confronti degli...

Calcio

Justin Fashanu, il fratello “sbagliato” I trentenni, o chi gli gira intorno, a quell’età, ricordando John Fashanu. “Idolo” della Gialappa’s e di “Mai dire...

Altri Sport

10Cosa significa essere Gianni Mura Avrebbe compiuto ieri 76 anni Gianni Mura, maestro di giornalismo e non solo, che ci ha lasciato lo scorso...

Calcio

Didi, il calcio in due sillabe L’8 ottobre 1928 nasceva Valdir Pereira, meglio noto con lo pseudonimo Didi, uno dei calciatori più iconici della...

Calcio

Aldo Biscardi: dalle intercettazioni con Moggi al “Moviolone” divenuto realtà Sono passati quattro esatti dalla morte di Aldo Biscardi. Il giornalista, autore e conduttore...

Calcio

Ezio Pascutti, l’ultima ala sinistra del Bologna Come la Juventus, anche se non vestì mai la casacca bianconera. O lo si ama(va) o lo...

Calcio

Josè Leandro Andrade: la vita estrema della Maravilla Negra Il 5 Ottobre 1957 ci lasciava Josè Leandro Andrade, la Maravilla Negra, il fenomeno dell’Uruguay...

Calcio

Dirk Schlegel e Falko Götz, i due talenti della Germania Est fuggiti dalla Stasi Ieri in Germania si è festeggiata la Giornata della Riunificazione...

Calcio

La “Resistenza del Pallone” del Mahatma Gandhi Il 2 ottobre si celebra nel mondo la Giornata Mondiale della Non-violenza nel giorno della nascita di...

Calcio

La Cina nel pallone: il sogno di Xi Jinping per un Dragone Rosso Mondiale Il primo Ottobre si festeggia il 72esimo anniversario della nascita...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro