Connect with us

Cerca articoli

Azzardo

Come ci ha ridotto la povertà? Adesso arriva il “gratta e vinci” buoni spesa se compri l’acqua

Che l’Italia sia un popolo di giocatori d’azzardo è indubbio. Primato europeo per soldi spesi, 474 euro a testa in un anno, paese col maggior numero di Video Lottery nel vecchio continente ma soprattutto uno Stato compiacente che da questo business guadagna 11 miliardi di euro l’anno di tasse.

Ora dopo le elezioni politiche che hanno visto trionfare il Movimento 5 Stelle qualcosa potrebbe cambiare e si potrebbe assistere ad una stretta di vite in questo senso, come da programma elettorale, ma la lobby del gioco è molto potente. Sarà scontro duro.



Abbiamo parlato spesso di come i giochi a premi siano diventati ormai una speranza per scacciare la crisi ed uscire da uno stato di semi-povertà o povertà vera e propria. I tanti soldi guadagnati da chi questi giochi li fa hanno permesso a questi individui di investire nel settore e creare giochi ad hoc per ogni categoria di cittadino: dallo studente alla casalinga, passando per il turista e finendo per mettere in palio anche le case visto che sempre più persone non hanno un tetto sulla testa.

Ecco allora che l’abitudine a “grattare e sperare” sempre più diffusa abbia fatto cogliere al balzo l’occasione a due famosissime marche di acqua: acquistando le loro bottiglie, infatti, queste ti regalano uno speciale “gratta e vinci” dove il premio non è denaro ma buoni per fare la spesa. Da una parte probabilmente un’astuta mossa di marketing, dall’altra il continuare imperterriti a battere sul ferro sempre caldo della fragilissima psicologia umana, soprattutto in momenti di estrema difficoltà, andando ad alimentare anche una possibile e pericolosa dipendenza. Perchè nel 2018 assisteremo anche a chi diventerà ludopatico solamente comprando l’acqua. Almeno forse berrà quei due litri e mezzo al giorno consigliati da tutti i medici.

Emanuele Sabatino
A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Storia, Disciplina e Onore: CSKA, viaggio nello Sport dell’Armata Rossa Il 29 Aprile 1929 nasceva la Polisportiva CSKA, massima espressione dello Sport dell’Unione Sovietica...

Altri Sport

27 aprile 1993: Quando un Aereo consegna lo Sport alla storia Il 27 Aprile 1993 l’aereo su cui viaggiava la Nazionale di calcio dello...

Calcio

C’era una volta il Calais: i dilettanti che distrussero le grandi del calcio Le Coppe Nazionali, soprattutto all’estero, regalano spesso favole da raccontare: quest’anno...

Calcio

Lo monetina di Alemao e gli altri misteri del Campionato 1989-90 L’8 aprile 1990 durante la partita tra Atalanta e Napoli, il centrocampista brasiliano...

Storie di Sport

Andrea Whitmore-Buchanan: se il destino è più infame anche del razzismo Il 6 aprile 1956 nasceva Andrea Whitmore Buchanan, la talentuosa tennista afroamericana che...

Altri Sport

Gelindo Bordin e l’impresa impossibile di Seul 1988 Compie oggi 62 anni  il maratoneta Gelindo Bordin, l’atleta che vinse un incredibile oro alle Olimpiadi...

Altri Sport

Jesse Owens: il nero che incantò Hitler Il 31 marzo 1980 nasceva Jesse Owens, leggendario corridore statunitense che alle Olimpiadi del 1936 nella Berlino...

Calcio

Johan Cruijff, la dittatura argentina e il rifiuto ai Mondiali del ’78 Il 24 marzo 2016 Johan Cruijff, il Profeta del Goal, massimo interprete...

Calcio

Lev Yashin: storia dell’invincibile Ragno Nero Il 20 marzo 1990 moriva Lev Yashin, fenomenale portiere russo, unico estremo difensore a conquistare il Pallone d’oro....

Calcio

Oronzo Pugliese, il Mago di Turi di un calcio che non esiste più L’11 Marzo 1990 ci lasciava uno dei primi allenatori pugliesi saliti...

Calcio

Malafeev era un portiere Compie oggi 42 anni Vjačeslav Malafeev, ex calciatore dello Zenit San Pietroburgo. La sua storia è una lezione di vita...

Calcio

La Dittatura di Videla e quella protesta attaccata ad un palo Molti al mondo sono i modi di protestare. Alcuni tranciano come il cordone...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro