Connect with us

Cerca articoli

Storie di Sport

Chung ed Edmund: i giovani alla conquista dell’Australia

I giovani al potere. Nonostante Federer e Nadal non osino dare segni di cedimento, gli Australian Open sino ad oggi hanno riservato delle piacevoli sorprese. Tra chi ha incantato ci sono i due giovani Kyle Edmund e Hyeon Chung. Il primo, britannico 23enne, si è guadagnato la sua prima semifinale in uno Slam. Dopo aver fatto fuori Anderson, Istomin, Basilashvili e il nostro Andres Seppi, oggi, martedi 23 gennaio ha eliminato il più quotato e tra i favoriti per la vittoria finale Grigor Dimitrov in quattro set (6-4 3-6 6-3 6-4).


Il 21enne sudcoreano Chung invece, al primo turno ha eliminato Medvedev e uno dopo l’altro i fratelli Zverev (prima Misha poi Alexander). La vittoria contro la testa di serie numero 4 in cinque set (5-7 7-6 2-6 6-3 6-0) l’ha galvanizzato e unito all’ottimo stato di forma ieri, forte di queste convinzioni ha eliminato in tre set Djokovic (7-5 7-6 7-6). Una crescita esponenziale che, dopo il Next Gen vinto a Milano contro ogni pronostico (era la settima testa di serie su otto, appena davanti a Quinzi) l’ha portato ad essere una mina vagante, pronta ad esplodere contro chiunque.

Domani se la vedrà con il 26enne americano Tennys Sandgren, unico americano ancora in gara e anche lui rivelatosi una piacevole sorpresa dopo che ha fatto preparare le valige in anticipo a giocatori del calibro di Chardy, Wawrinka e Thiem. Riusciranno i giovani di belle speranze a raggiungere la loro prima finale Slam spodestando i big? I risultati sono dalla loro parte. Intanto qualcuno sta già tagliando ottimi traguardi. Con la vittoria di ieri contro Novak infatti, Chung ha superato in classifica il miglior sudcoreano di sempre, Hyung Taik-Lee, che nel 2007 fu numero 36 del ranking. A piccoli passi verso la vetta.

Avatar
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Altri Sport

Gino Bartali, il fascismo e quel Tour de France che “salvò” l’Italia Il 5 maggio 2000 ci lasciava Gino Bartali, leggenda del ciclismo italiano...

Calcio

Nando Martellini, una voce sul tetto del Mondo Il nostro tributo al leggendario Nando Martellini nel giorno in cui ricordiamo la sua scomparsa avvenuta...

Altri Sport

A tu per tu con Carolina Stramare, tra moda e sport A Tu per Tu con Carolina Stramare, Miss Italia 2019. Carolina è una...

Calcio

Superga 72 anni dopo: il Mito del Grande Torino e il legame con l’America Latina Il 4 Maggio 1949 alle 17.03 il trimotore con...

Calcio

Erno Erbstein, storia di un uomo che sapeva allenare Sarà poi vero che abbiamo tutti una vita? La domanda appare scontata, se non addirittura...

Calcio

Franco Scoglio, Professore di calcio e di vita Avrebbe compiuto ieri 80 anni Franco Scoglio, storico e iconico allenatore del Genoa. Il nostro tributo...

Calcio

Ranieri e il destino a luci rosse dietro la favola Leicester Il 2 Maggio 2016, in virtù del pareggio tra Chelsea e Tottenham, il...

Motori

Ayrton e Alain: il mio nemico migliore Nel giorno in cui ricordiamo la scomparsa di Ayrton Senna, avvenuta il primo maggio 1994, con Paolo...

Calcio

Il Benfica e la Maledizione del “ballerino” Bela Guttmann Le maledizioni e le imprecazioni rappresentano una vera e propria caratteristica nel mondo calcistico attuale....

Snooker

Stephen Hendry, l’inizio del dominio (seconda parte) In  casa Hendry tutto fila per il verso giusto, così almeno sembra e i ragazzi crescono bene,...

Calcio

Che squadra tifava Sergio Leone? Il 30 aprile 1989 ci lasciava uno dei più grandi e conosciuti registi italiani di tutti i tempi: Sergio Leone....

Storie di Sport

L’amore di Andre per Steffi Per i 51 anni compiuti oggi dal leggendario tennista Andre Agassi, vi raccontiamo un episodio che spiega bene il...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro