Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Chilavert non si giudica dalla copertina

Spesso mando ciò che scrivo a una mia carissima amica. Le chiedo di dare un’occhiata perché di lei mi fido più che di me e ha competenze che io mi sogno. Quando lei parla io mi ammutolisco; le riconosco una autorevolezza per la quale devo solo prendere appunti.

Però questa è un’epoca strana, difficile che una persona venga ascoltata per quello che sa. È più facile che venga sezionata per quello che appare, specie le donne, ma non solo. Ci nutriamo di giudizio tranciato in macelleria social.

Ho pensato alla storia di Josè Luis Chilavert. Un portiere paraguayano che a guardarlo hai paura. Paura vera. Un Tyson indio, che in campo non le mandava certo a dire. Josè non era proprio un portiere armonico, era una belva di muscoli. In più, non solo parava, ma segnava pure. Su punizione, su rigore e su azione. Ha fatto una sessantina di gol. Una volta un giornalista italiano lo chiamò per un’intervista, Chilavert non parlò quasi mai di calcio. Parlò della gente del suo paese, del riscatto sociale dei poveri, del fatto che la cultura è importante per andare avanti. E confessò di divorare un sacco di libri, partito da Garcia Marquez.

Chiese al giornalista un favore. “Ho sentito che in Italia è uscito il nuovo libro di Umberto Eco, io lo ammiro, vorrei conoscerlo e stringergli la mano. Potresti farmi avere una copia del libro con la sua firma?”. Il giornalista rimase di sale, aveva visto un uomo con un’anima dolcissima ma ben nascosta, in un corpo da buttafuori da discoteca.

Perché spesso giudicare una persona solo da come la si vede, bellissima o inquietante che sia, è un passo affrettato che non fa guardare le crepe che ognuno di noi ha dentro. Ed è da quelle crepe che passano tutti i refoli di esistenza che ci tengono vivi e rivelano quello che siamo.

A proposito, il giornalista mantenne la promessa. Chilavert ebbe il suo libro. A Eco spiegarono per chi era. Il professore accennò un sorriso. E firmò: “a Josè, Da Umberto Eco”. Quando si è autorevoli basta poco.

Ettore Zanca
A cura di

Da non perdere

Calcio

Ronaldo: Manifesto di un Futurismo “fenomenale”  Compie oggi 44 anni, Luis Nazario de Lima, per tutti Ronaldo. Il Fenomeno che per il suo modo...

Calcio

Happel, Vilanova e Maestrelli: Storie di Vita, Storie di Sport Avrebbe compiuto oggi 52 anni Tito Vilanova, compianto allenatore del Barcellona, portato via da...

Calcio

Campioni del mondo! Gli azzurri di Mancini riportano a casa…il titolo non ufficiale “Campioni del mondo! Grazie alla rete di Nicolò Barella gli azzurri...

Calcio

Calcio Moderno e Diritti Tv, Ciampi ci aveva avvertito sulla crisi del Pallone Il 16 settembre 2016 moriva l’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio...

Calcio

Un Ufo alla partita di calcio: quando lo Stadio Franchi sembrò Roswell Di solito, quando si sente il termine extraterrestre nel mondo del pallone...

Altri Sport

Jesse Owens: il nero che incantò Hitler Il 12 settembre 1913 nasceva Jesse Owens, leggendario corridore statunitense che alle Olimpiadi del 1936 nella Berlino...

Calcio

Il nuovo infortunio occorso al giovane talento della Roma impone una riflessione sugli eccessi di un mondo, quello del calcio professionistico, che sembra incapace...

Pugilato

E’con grande dolore e sgomento che scrivo questo articolo su Alessandro Mazzinghi. Lo scorso 22 agosto il cuore del grande pugile pontenderese ha cessato...

Calcio

Jock Stein, il destino del minatore che salì sul tetto d’Europa Il 10 Settembre 1985 ci lasciava Jock Stein, leggendario allenatore del Celtic Campione...

TV

Sta per ripartire una nuova stagione calcistica, per certi versi la più strana e desueta dagli ultimi anni: la situazione legata al Covid è...

Inchieste & Focus

L’Altra Faccia di Pyongyang: la Corea del Nord e lo Sport “organico” di Kim Jong Un Oggi, 9 Settembre, si celebrano in Corea del...

Calcio

Roberto Donadoni, gli Usa e una simulazione ‘da Oscar’ Compie oggi 57 anni Roberto Donadoni, splendido centrocampista d’attacco del Milan imbattibile, oggi allenatore. Per...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro