Connect with us

Cerca articoli

Spielball, adidas, Symbolbild

Ultime Notizie Calcio

Champions league final eight, le opinioni di Christian Panucci

Agosto davvero infuocato per gli appassionati di calcio e non solo per le alte temperature climatiche. Siamo infatti arrivati alla vigilia della Final Eight di Champions League, una formula inedita che vedrà disputarsi in pochi giorni (dal 12 al 23 agosto per l’esattezza) a Lisbona in Portogallo, quarti, semifinali e finalissima tutti a partita secca sui 90 minuti con la possibilità che il match si protragga ai tempi supplementari e poi all’inevitabile lotteria dei calci di rigore se nessuna delle due compagini riuscirà a superare l’avversaria.

Una formula praticamente obbligata per via della lunga pausa causata dall’emergenza globale sanitaria degli scorsi mesi ma che indubbiamente ha pure un grande fascino per i tifosi che potranno vedere tutte gare secche incredibilmente emozionanti per l’assegnazione della coppa più ambita al mondo.

 Per parlare di Final Eight e non solo, la società Betway, leader nel campo delle Scommesse Calcio, ha deciso di interpellare qualcuno che di Champions League se ne intende visto che ne ha vinte due, una con la maglia del Milan, l’altra con quella del Real Madrid: il riferimento non può che essere a Christian Panucci.

In una lunga intervista corredata da una infografica interattiva, l’ex calciatore mette in rilievo come la Final Eight possa cambiare le carte in tavole rispetto ai pronostici di inizio stagione e fa subito l’esempio del quarto di finale già prefissato tra il Paris Saint Germain dei super top player Neymar e Icardi contro l’Atalanta dei miracoli di mister Gasperini.

In uno scontro su due match sui 180 minuti, per Panucci non ci sarebbe stata partita: troppo elevato il gap tecnico tra le due formazioni con un passaggio del turno praticamente certo per i francesi. Sui 90 minuti però tutto può cambiare ed i bergamaschi potrebbero sfruttare la maggiore fisicità per colmare il palese tasso qualitativo minore. Inoltre il Paris Saint Germain poi è fermo da mesi oramai visto che in Francia il campionato non è mai ripartito dopo il lockdown e dunque ci sono molte variabili in più da tenere in considerazione in questa attesissima Final Eight.

Se questo è il presente, a Panucci non si può non chiedere qualcosa anche del passato e delle sue imprese, quelle due Coppe dei Campioni vinte. In particolare il suo ricordo va al 1998 quando il Real Madrid si impose sulla Juventus che, sia per l’opinione comune che per gli addetti ai lavori, partiva favorita rispetto ai blancos. Su questo l’ex difensore è categorico ricordando che il suo Real era arrivato in finale senza aver mai preso un gol nel corso dei turni precedenti e mostrando sempre un gioco ed un controllo di palle dominante rispetto agli avversari.

Ed in un mix fra passato e presente con orgoglio Christian Panucci si dice certo che le due squadre con cui ha vinto le due coppe, oggi vincerebbero sicuramente la Final Eight visto che non a caso, hanno fatto la storia del calcio. Fra tante incognite del calcio di oggi insomma, il recente passato del calcio resta una certezza a cui aggrapparsi.

 

Avatar
A cura di

Da non perdere

Calcio Social

Nei primi giorni di aprile, Vivek Ranadivé, amministratore delegato dei Sacramento Kings, ha annunciato in una stanza su Clubhouse che tutti i membri della...

Calcio

Chi vince la Champions? E l’Europa League? E, soprattutto, quando potremo tornare allo Stadio? Se fino a qualche giorno fa le domande di milioni...

Calcio

Dalla nebbia di Amsterdam ad Anfield: l’epifania del calcio totale Nel dicembre 1966 l’Ajax eliminò il Liverpool dalla Coppa dei Campioni rivelando, per la...

Calcio

Quello a cui stiamo assistendo negli ultimi giorni rappresenta uno dei punti più bassi che il calcio ci ha offerto nelle ultime decadi. Una...

Calcio

Andrea Silenzi, il bomber ‘Pennellone’ partito dalla polvere della Prima Categoria La torre di Ostia: Andrea Silenzi. A cavallo tra gli anni ottanta e...

Calcio

41 anni di Zimbabwe: il calcio al tempo dell’Apartheid Il 18 aprile 1980 lo Zimbabwe, nuovo nome della colonia dell’ex Rhodesia Meridionale, otteneva l’indipendenza...

Calcio

Quando Divock Origi divenne uno Spot sulla sicurezza Compie oggi 26 Anni Divock Origi, l’attaccante belga del Liverpool che si rese protagonista di goal...

Calcio

Carlo Petrini: il coraggio di denunciare Il 16 aprile 2012 moriva Carlo Petrini, il calciatore che degli anni 70-80 ha vissuto sulla sua pelle...

Calcio

Ruud Krol a Napoli, anche libero va bene In una foto al porto di Napoli, in mezzo a due pescatori e con una grossa...

Calcio

Piermario è caro al cielo Citato ogni volta da mio padre, quando avveniva una morte prematura per lui ingiusta. Ormai appartiene a Piermario. Piermario...

Calcio

Se lo Sport si inchina alla Fede: Calcio e Ramadan, un’integrazione difficile Nelle prossime settimane, per alcuni allenatori di diverse compagini, composte principalmente da...

Calcio

Lo scorso 6 aprile è stato il trentesimo anniversario dal primo ritorno di Roberto Baggio a Firenze da avversario. Il ‘Divin Codino’ alla Juventus...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro