Connect with us

Cerca articoli

Economia

Cessione del quinto: tutto quello che c’è da sapere

Cessione del quinto: tutto quello che c’è da sapere

Chi ha bisogno di un finanziamento ha la possibilità di scegliere tra tante formule differenti e tra diversi istituti eroganti. Oltre alle banche, sia tradizionali che online, è possibile rivolgersi anche a società finanziarie. La scelta della soluzione di finanziamento più adatta alle proprie esigenze deve quindi essere fatta mettendo a confronto le varie alternative disponibili sul mercato.

Per poter fare questo paragone è però necessario conoscere le caratteristiche dei vari prestiti e le condizioni applicate. La cessione del quinto è una delle opzioni più apprezzate, grazie alle sue peculiarità che lo rendono un prestito comodo e conveniente. Anche la finanziaria Signor Prestito eroga cessioni del quinto a favore di pensionati e lavoratori dipendenti.

Chi può richiedere la cessione del quinto

In tal senso, Signor Prestito è una delle realtà nazionali più importanti per quanto riguarda il settore creditizio ed è attiva in tutta Italia con numerose filiali. La finanziaria è specializzata nell’erogazione di prestiti personali e cessione del quinto, ricevendo più di duemila richieste di finanziamento ogni giorno.

La cessione del quinto di Signor Prestito è un prodotto riservato ai soggetti che presentano precisi requisiti e che appartengono a tre categorie:

  • Pensionati INPS (anche ex INPDAP) con età non superiore agli 85 anni al termine del piano di rimborso.
  • Dipendenti pubblici e statali con contratto di lavoro a tempo indeterminato.
  • Dipendenti di aziende private di medie o grandi dimensioni, assunti con contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Le caratteristiche del finanziamento Signor Prestito

Il grande successo riscosso da questa particolare formula di finanziamento è legata alle sue peculiarità. Innanzitutto consente di ottenere una liquidità immediata (le tempistiche di erogazione si aggirano tra le due e le tre settimane), il piano di rimborso può durare fino a 120 mesi, può essere richiesto anche da cattivi pagatori e protestati, la rata ed i tassi di interesse rimangono fissi.

Le rate di rimborso meritano un piccolo approfondimento: il loro importo non può essere superiore al 20% dello stipendio o della pensione. Il loro pagamento viene effettuato direttamente dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico, che trattiene il relativo importo dalla busta paga o dal cedolino. Non vengono richieste ulteriori garanzie, però è obbligatorio stipulare un’assicurazione contro i rischi morte e perdita d’impiego.

Documenti da presentare e iter da seguire

L’iter da seguire per richiedere ed ottenere la cessione del quinto è simile a quello previsto per altre tipologie di prestito personale, ma se ne distingue perché c’è il coinvolgimento di un altro soggetto, che è il datore di lavoro. Prima di tutto chi ha intenzione di richiedere il finanziamento deve procurarsi i documenti necessari, ovvero la carata di identità, il codice fiscale, il documento di reddito (busta paga o cedolino) e il certificato di stipendio o la dichiarazione di quota cedibile.

A questo punto è possibile rivolgersi ad una banca o ad una finanziaria come Signor Prestito per richiedere un preventivo personalizzato. Se le condizioni proposte sono di suo gradimento, il richiedente può firmare il contratto; a questo punto c’è la stipulazione della polizza assicurativa. Nel mentre l’istituto erogante notifica il contratto al datore di lavoro, che deve inviare il suo atto di benestare. Ora è tutto pronto per l’erogazione della somma, che viene accreditata sul conto del richiedente.

Il prestito con cessione del quinto può essere rimborsato anticipatamente, ma può anche essere rinnovato se si presentano determinate condizioni: bisogna già aver rimborsato il 40% delle somme dovute, il prestito in corso deve avere una durata di cinque anni ed il rinnovo deve avere una durata decennale. Interessante anche la possibilità di richiedere il doppio quinto; è un’opzione disponibile solo per i lavoratori dipendenti, per la qual è prevista l’autorizzazione del datore di lavoro.

 

Avatar
A cura di

Da non perdere

Calcio

Quando Nemanja Matic salvò un Paese in Serbia Spesso i giocatori vengono considerati milionari interessati solo al portafoglio. In alcuni casi, dei piccoli gesti...

Calcio

La brusca frenata della trattativa tra James Pallotta e Dan Friedkin, dovuta soprattutto alla pandemia che ha scatenato una gravissima crisi economica globale, e...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] La Legge Beckham non c’è più nel Decreto Crescita Vi avevamo parlato della famosa Legge Beckham all’italiana qualora il Decreto in questione...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] E se alla fine avesse ragione Claudio Lotito? Con la Coppa Italia 2019 in mano, conquistata grazie al 2 a 0 contro...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Decreto Crescita: la Legge Beckham all’italiana che può risollevare la Serie A In Parlamento si sta discutendo un decreto molto importante per...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Il Milan e il solito problema con il Fair Play Finanziario A 7 giornate dal termine del campionato di serie A con...

Calcio

Ormai è ufficiale CR7 al secolo Cristiano Ronaldo è un nuovo giocatore della Juventus. Mister Champions League ha trovato l’accordo col presidente bianconero Agnelli...

Azzardo

La parte gialla del governo giallo-verde batte il primo colpo. Il Consiglio dei Ministri su proposta del Premier Giuseppe Conte e sulla spinta del...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Da Gil a Wanda Group: Atletico Madrid, tutto tranne che un Miracolo Sportivo Con la vittoria dell’Europa League contro il Marsiglia, l’Atletico...

Calcio

Ci sono una banca, anzi due, un cinese e un italiano. No, non è una barzelletta e c’è anche poco da ridere. Una storia...

Calcio

Una voce che arriva da lontano, uno dei club calcistici più titolati al mondo, un giornalista ai più sconosciuto che non molla e non...

Calcio

“So che il Milan ha problemi finanziari. E mi preoccupa il silenzio di Mister Li”. Se l’affermazione l’avesse fatta il presidente della Roma James...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro