Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Il calcio raccontato come piace a me

Il calcio raccontato come piace a me

Le persone che ho come riferimento nella mia vita sono poche. A loro ho consegnato una tessera della mia vita. Ad alcune più di una. Qualche giorno fa una persona per me molto importante stava parlando con me del più e del meno. Ad un certo punto dal nulla mi ha detto: “devi vedere il film Pelè, credo sia il calcio raccontato come piace a te”.

Ho subito messo in lista il film. Devo dire che fino ad ora la figura di Pelè non aveva mai colpito il mio immaginario e quindi mi ero preparato ad un film che per quanto consigliatomi in maniera autorevole poteva non entusiasmarmi. Fin dalla prima scena mi ha inchiodato allo schermo, con quella sensazione che ho quando qualcosa mi aggancia bene e non mi molla più come un delirio che finisce solo dopo qualche ora. Bellissimo tutto.

La scelta del momento, le scene, i colori, l’intensità, la musica. Ma soprattutto bello il modo di raccontare di calcio, con la poesia che diluisce i suoi umori nel fiume implacabile della storia che sfocia e decide vincitori e sconfitti. La leggenda di chi dalla povertà diventa un idolo palleggiando un mango per esercitarsi, che riscatta l’intera etnia di calciatori di colore fino a quel momento giudicati al rango di esseri inferiori, ma anche l’orgoglio di una nazione che veniva considerata fino a quel momento una barzelletta.

E poi il loro modo di affermare la Ginga. Prima arte marziale contro la schiavitù, poi modo di giocare geniale e di pancia, quasi senza schemi. Momenti del film che sono pura poesia per immagini che commuove anche se non vuoi. Finito di guardare il film, ho mandato un messaggio a chi me lo aveva consigliato: “ti detesto, ho pianto come una fontana una scena sì e una no”. La sua risposta: “è il modo che hai tu di intendere il calcio, speravo tanto ti piacesse”.

Mi auguro di avere sempre accanto chi mi conosce così, senza clamori e ostentazione. Poi passa, lascia un piccolo regalo sul tavolo con un bigliettino di pensiero e oltre il regalo azzeccato, conservo le sue parole. E vi lascio con una frase del film: “hai due alternative. O dimostri veramente chi sei, o sali su quel treno. E non lo saprai mai.”.

 

Ettore Zanca
A cura di

Da non perdere

Calcio

Tostão, O Rei Branco Negli anni ’80, un abitante della zona ovest di Belo Horizonte con problemi alla vista, si sarebbe potuto facilmente imbattere...

Calcio

Pelé e Garrincha: lasciarsi e dirsi gol Nessuno dei due poteva saperlo. Forse per questo, anche per questo, entrambi fecero gol. Maledetto mondiale d’Inghilterra,...

Calcio

La Leggenda di Pelé che “ferma” la Guerra del Biafra in Nigeria Il 21 Settembre si celebra la Giornata Mondiale della Pace ONU. Per...

Calcio

Il Nottingham Forest di Brian Clough in un football che non esiste più Il 20 Settembre 2004 moriva all’età di 69 anni Brian Clough,...

Calcio

Mario Jardel e quei saluti calorosi sotto la curva sbagliata Con il calciomercato nel vivo, riviviamo la storia di un bomber dal grande palmarès,...

Calcio

Ronaldo: Manifesto di un Futurismo “fenomenale”  Compie oggi 44 anni, Luis Nazario de Lima, per tutti Ronaldo. Il Fenomeno che per il suo modo...

Calcio

Happel, Vilanova e Maestrelli: Storie di Vita, Storie di Sport Avrebbe compiuto oggi 52 anni Tito Vilanova, compianto allenatore del Barcellona, portato via da...

Calcio

Campioni del mondo! Gli azzurri di Mancini riportano a casa…il titolo non ufficiale “Campioni del mondo! Grazie alla rete di Nicolò Barella gli azzurri...

Calcio

Calcio Moderno e Diritti Tv, Ciampi ci aveva avvertito sulla crisi del Pallone Il 16 settembre 2016 moriva l’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio...

Calcio

Un Ufo alla partita di calcio: quando lo Stadio Franchi sembrò Roswell Di solito, quando si sente il termine extraterrestre nel mondo del pallone...

Calcio

Il nuovo infortunio occorso al giovane talento della Roma impone una riflessione sugli eccessi di un mondo, quello del calcio professionistico, che sembra incapace...

Calcio

Jock Stein, il destino del minatore che salì sul tetto d’Europa Il 10 Settembre 1985 ci lasciava Jock Stein, leggendario allenatore del Celtic Campione...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro