Connect with us

Cerca articoli

Altri Sport

Il Boom dei Videogiochi sulle spalle dei lavoratori

[themoneytizer id=”27127-1″]

Il Boom dei Videogiochi sulle spalle dei lavoratori

Malpagati, precari, costretti a lavorare anche 70 ore a settimana senza sosta. Quello che probabilmente non immaginate è che stiamo parlando di ingegneri, disegnatori, matematici, grafici e programmatori. Tutte mansioni ad altissima specializzazione.

Questo gruppo di semi-schiavi del nuovo millennio sono i Game workers, ovvero tutte le figure dietro la realizzazione dei videogiochi che entrano poi nelle nostre case.

L’industria dei videogame ha fatto registrare un fatturato di 43 miliardi di dollari lo scorso anno, ma le condizioni di chi questi giochi li crea partendo solo dall’idea è medievale: orari impossibili, solo 13 dollari l’ora, vessazione continua e soprattutto il licenziamento una volta che il gioco è uscito in commercio.

Pensate che solo il gioco Call of Duty ha fatto registrare 500 milioni di dollari in vendite nei primi giorni di uscita.

Ora questa piccola nicchia che le persone normali pensava dorata – “Sei il programmatore di Call of Duty? Che figo, ti copriranno d’oro” – sta lottando per avere condizioni migliori e dopo la visita del senatore rosso del Vermont, nonchè candidato forte alle primarie democratiche e probabile nemesi di Donald Trump alle prossime elezioni presidenziali americane, Bernie Sanders, i gamers hanno cominciato a fare qualche passo ufficiale per difendere i loro diritti  tra cui la creazione del sindacato “Game Workers Unite”. Il loro simbolo è un pugno bianco che tiene in mano un joystick su sfondo nero.

Insomma che sia comune, generico o specializzato questa triste storia ci mostra che grazie o a causa delle globalizzazione, in base a come la pensiate, il lavoro sia comunque e ovunque sottopagato e il lavoratore, messo in condizioni infime, sia sempre l’ultimissima ruota del carro. Malgrado i profitti da record.

  [themoneytizer id=”27127-1″]

A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Da non perdere

Basket

Kobe e Gianna: come te lo immagini il paradiso? Sono già passati due anni da quando un terribile incidente in elicottero si è portato...

Basket

Don Haskins, il Martin Luther King bianco del Basket americano Si è festeggiato ieri negli Stati Uniti il Martin Luther King Day, per celebrare...

Calcio

Kyle Rote Jr, storia (dimenticata) della stella che non sapeva di esserlo Provate a chiedere a Kyle Rote Jr, oggi distinto sessantottenne residente in...

Calcio

Coppa del Bicentenario: quando i SuperEroi del Team America sfidarono il Mondo Nell’estate del 1976, in territorio statunitense, il mondo del calcio diede vita...

Pugilato

La vera storia di Jack Johnson: un perdono lungo 100 anni Il 26 Dicembre 1908 Jack Johnson diventa il primo pugile afroamericano della storia...

Basket

Krešimir Ćosić, la leggenda del Fenomeno che disse di No alla Nba Avrebbe compiuto ieri 73 anni Kresimir Cosic, il fenomeno croato della palla...

Calcio

William D. Cox: l’eccentrico architetto che inventò il calcio made in USA L’8 novembre 1909 nasceva William D. Cox, un nome ai più sconosciuto,...

Pugilato

La storia dell’australiano Les Darcy, una fiamma bruciata troppo in fretta James Leslie Darcy, detto “Les”, fu un pugile australiano di grande talento, i...

Calcio

Christian Pulisic, l’oro americano scoperto ‘per sbaglio’ Compie oggi 23 anni Christian Pulisic, giovane talento statunitense, per anni gemma preziosa del Borussia Dortmund, oggi...

Altri Sport

Perché corro alla Maratona di New York Il 13 settembre 1970 si correva la prima edizione della Maratona di New York, quest’anno di nuovo...

Calcio

Roberto Donadoni, gli Usa e una simulazione ‘da Oscar’ Compie oggi 58 anni Roberto Donadoni, splendido centrocampista d’attacco del Milan imbattibile, oggi allenatore. Per...

Altri Sport

Le due vite “estreme” dell’Ironman Todd Crandell Cominciò tutto con due sorsi di birra, a tredici anni. Iniziò così la road to perdition di...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro