Connect with us

Cerca articoli

Azzardo

I Bookmaker non salvano neanche più la faccia: ora gli spot “invitano” alla Ludopatia

Qui su Io Gioco Pulito abbiamo parlato in lungo ed in largo della presenza sempre più costante, pressante e pesante delle grandi case di scommesse o giochi a premi nella vita quotidiana degli italiani. Abbiamo analizzato i perché di questo grande appeal dovuto ad un mix di bisogni e necessità unito spesso ad una disperazione di fondo.

Pensavamo però che ci sarebbe stato un limite, almeno di facciata, oltre il quale i già miliardari bookmakers non sarebbero andati. Ci sbagliavamo di grosso.

Gli ultimi spot televisivi di due grandi bookmakers e della poker room più famosa d’Europa sono un qualcosa di ben oltre il vergognoso e tollerabile. Ma andiamo con ordine.

Il nuovo claim di uno dei più famosi bookmaker in circolazione è “Quante volte hai detto ci avrei scommesso? Basta parlare e passa ai fatti” parola più parola meno. Un invito bello e buono a scommettere secondo le proprie sensazioni, di pancia, senza pensarci.

A questo risponde un altro gruppo, che ha l’oro nel nome, che addirittura pubblicizza le scommesse sugli sport virtuali, quelli completamente casuali, senza alcuna logica, che iniziano ogni 2/5 minuti (calcio, motori e corse dei cani) e che vi tolgono, prima o poi, tutti i soldi. Chi abusa di questo strumento, gli sport virtuali, volente o nolente, cosciente o meno, ha probabilmente già preso l’autostrada direzione ludopatia a tutta velocità.

E la poker room? Nel 2003 la vittoria di Moneymaker alle World Series of Poker fece esplodere la moda del poker online in cui tutti si sono cimentati o quantomeno hanno provato un approccio. Dopo tantissimi testimonial d’eccezione, da Ronaldo a Nadal, oggi la room con la picca cambia approccio con un: “Se hai sempre bluffato nella vita, fallo anche al tavolo da gioco” mentre mostra un all-in con 8-3. Al di là del consiglio completamente sbagliato, specialmente per chi è un principiante che dovrebbe puntare sempre per valore, si invita la gente a gettare i propri soldi a caso solo per il gusto di una scarica di adrenalina. Senza pensare però che c’è chi dopo la prima scarica ne vuole un’altra e un’altra ancora senza riuscire più a fermarsi o ragionare. L’invito all’all-in è un invito di fatto a mentire, ad essere bugiardi, che spesso è patologico, guarda caso, proprio come il ludopatico.

 

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

La Leggenda di Pelé che “ferma” la Guerra del Biafra in Nigeria Il 21 Settembre si celebra la Giornata Mondiale della Pace ONU. Per...

Economia

Trading Online: quando i soldi possono essere a rischio Chi ha dimestichezza con la rete ed è appassionati di finanza, magari anche di investimenti,...

Altri Sport

Perché corro alla Maratona di New York Il 13 settembre 1970 si correva la prima edizione della Maratona di New York, quest’anno rimandata a...

Altri Sport

Jesse Owens: il nero che incantò Hitler Il 12 settembre 1913 nasceva Jesse Owens, leggendario corridore statunitense che alle Olimpiadi del 1936 nella Berlino...

Inchieste & Focus

L’Altra Faccia di Pyongyang: la Corea del Nord e lo Sport “organico” di Kim Jong Un Oggi, 9 Settembre, si celebrano in Corea del...

Calcio

C’era una volta l’U.S. Milanese, la terza forza di Milano L’8 Settembre 1928 l’Inter, per volere del Regime fascista, cambia la sua denominazione in...

Calcio

Mario Corso, il poeta maledetto del calcio italiano Avrebbe compiuto oggi 79 anni Mario Corso, il funambolo dell’Inter, soprannominato “Mandrake” per le sue doti...

Altri Sport

Johann Kastenberger: il maratoneta che scappava dalla polizia “Corri, Forrest, Corri!” La celebre frase del Film Forrest Gump, interpretato da Tom Hanks nel 1994,...

Calcio

Bianchi contro Neri, la partita “razzista” dove nessuno si sentì discriminato Estate 1979; West Midlands, più precisamente West Bromwich. La società di casa allo...

Altri Sport

Gimondi contro Merckx, la rivincita dell’Eterno Secondo nell’Inferno del Montjuïc Il 16 agosto 2019 ci salutava Felice Gimondi, eroico ciclista italiano. Per ricordarlo vi...

Storie di Sport

Jimmy Arias: la stella cadente che inventò il dritto moderno Compie oggi 56 anni Jimmy Arias, il tennista statunitense considerato il padre del dritto...

Calcio

Oronzo Pugliese, il Mago di Turi di un calcio che non esiste più Oggi vi raccontiamo la storia di uno dei primi allenatori pugliesi...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro