Quantcast
Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Se i bambini insegnano agli adulti: il grande gesto dei “pulcini” del Real Madrid

Real Madrid-Siviglia, categoria ‘Benjamines‘ (i nostri ‘pulcini’). In campo, non ci sono star affermate come Cristiano Ronaldo o Kroos da una parte e Banega o Jesus Navas dall’altra.

Si tratta di ragazzini, che, a quell’età in particolare, dovrebbero pensare a correre dietro ad un pallone per scaricarsi e divertirsi, piuttosto che ricercare ossessivamente la vittoria.

Talvolta, però, spinti da genitori tutt’altro che caratterizzati da comportamenti educativi, anche i più piccoli incorrono in errori o gravi mancanze di rispetto.

Oggettivamente, non è il caso del bambino con la ‘camiseta blanca’ coinvolto nell’incidente di cui stiamo per parlare e, visto come poi ha reagito il tecnico del Real Madrid, c’è solo da togliersi il cappello.

Di cosa stiamo parlando, quindi?

Di un gol avvenuto a porta vuota perché il portiere del Siviglia si trovava a terra infortunato.

La rete viene convalidata dall’arbitro poiché il gioco non è fermo ma il marcatore evita anche di esultare.

Tutta la squadra, allora, viene immediatamente richiamata in panchina dal tecnico dei Blancos, che ordina ai suoi ‘allievi’ di permettere l’immediato pareggio al Siviglia, vista la circostanza in cui è maturato il vantaggio (ingiusto) dei suoi.

E’ ciò che avviene e che dimostra, forse, come ancora si possa credere in un calcio un pizzico migliore e, soprattutto, più umano.

ECCO IL VIDEO

https://youtu.be/G54hoSl9zZ0

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

Da non perdere

Calcio

Il senso di Lukaku per la vita Compie oggi 28 anni Romelu Lukaku, il colosso belga dell’Inter. Le sue battaglie in campo sono lo...

Calcio

Didi, il calcio in due sillabe Il 12 maggio 2001 moriva, a Rio de Janeiro, Valdir Pereira, meglio noto con lo pseudonimo Didi, uno...

Calcio

Inter – Liverpool, quando l’epica rimonta si giocò anche sugli spalti Il 12 Maggio 1965 a San Siro in occasione della semifinale di ritorno...

Altri Sport

Jonah Lomu, più forte del suo destino Il 12 maggio 1975 nasceva, nella città neozelandese di Auckland, Siona Tali “Jonah” Lomu, da tutti conosciuto...

Calcio

Ebrima Darboe, il sogno di una cosa – E poi, e poi Gente viene qui e ti dice Di saper gia’ Ogni legge delle...

Calcio

Bob Marley: il Reggae nella mente, il Calcio nel cuore L’11 maggio 1981 moriva il leggendario cantante reggae Robert Nesta Marley. Da tutti conosciuto...

Altri Sport

A tu per tu con Agostino Abbagnale, la Leggenda oltre il destino Buone notizie dal canottaggio azzurro che ha concluso gli Europei di aprile...

Altri Sport

Jonathan Edwards, il Gabbiano che non volava di domenica Compie oggi 55 anni Jonathan Edwards, l’uomo volante del salto triplo inglese. Vi raccontiamo la...

Pugilato

Gli amici, i riflessi, il gioco di gambe: storia di Willie Pep Ci si può scordare di un re? A quanto pare sì; perché...

Altri Sport

Le Origini del Giro: La storia della mitica Corsa Rosa Inizia domani alle ore 12 l’edizione 104 del Giro D’Italia, con partenza da Torino...

Pugilato

Rubin Carter. Il grido dell’innocenza Il 6 Maggio 1937 nasceva Rubin Carter, il pugile afroamericano la cui storia è diventata un’icona di lotta per...

Altri Sport

Gino Bartali, il fascismo e quel Tour de France che “salvò” l’Italia Il 5 maggio 2000 ci lasciava Gino Bartali, leggenda del ciclismo italiano...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro