/

Roberto Pruzzo, semplicemente Bomber

Roberto Pruzzo, semplicemente Bomber Il primo gol nel massimo campionato lo aveva siglato con la maglia del Genoa contro la Roma, esattamente sei giorni dopo la nascita di Francesco Totti. E con la casacca della Lupa realizzò poi al Grifone, nella ‘Superba’,

/

Bruno Pesaola, il Petisso

Bruno Pesaola, il Petisso Il 29 maggio 2015 moriva Bruno Pesaola, argentino di nascita, napoletano d’adozione. Il nostro tributo a una leggenda partenopea prima da giocatore e poi da allenatore. Un argentino amatissimo in riva al Golfo ed entrato nella storia di

/

Pietro Vierchowod, lo Zar che ha vinto tutto

Pietro Vierchowod, lo Zar che ha vinto tutto Era l’unico giocatore di quella ‘Sampdoro’ ad aver già conquistato lo scudetto. Srecko Katanek e Alexej Mikhailitchenko avevano vinto nei loro Paesi, ma non erano a Bogliasco da diversi anni come i ‘Gemelli del

/

Antonio Vojak, l’uomo dei record del Napoli

Antonio Vojak, l’uomo dei record del Napoli Il 9 maggio 1975 ci salutava una vera e propria leggenda del calcio partenopeo, Antonio Vojak. Fatevi raccontare dai vostri nonni di quel Napoli allenato da Vinicio che nella stagione 1974-’75 sfiorò lo scudetto con

/

Ezio Sclavi, il portiere senza ruolo

Ezio Sclavi, il portiere senza ruolo Quando nel 1919 il quattordicenne Fulvio Bernardini arrivò al campo della Lazio (sarebbe poi diventato un’icona giallorossa da centrocampista) giocava tra i pali. Nella storia biancoceleste un grande portiere si è mosso in un altro ruolo:

/

Amedeo Biavati, l’uomo del doppio passo

Amedeo Biavati, l’uomo del doppio passo Bolognese. Bandiera rossoblù e più volte campione d’Italia in quello “squadrone che tremare il mondo fa”. Era l’idolo di Pasolini. Passò alla storia del calcio per il suo ‘doppio passo’, prima di Garrincha, che venne addirittura

/

Luis Vinicio, ‘O Lione

Luis Vinicio, ‘O Lione Il nostro tributo a Luis Vinicio, leggendario giocatore e allenatore del Napoli, nel giorno in cui compie 90 anni. Un sudamericano napoletano d’adozione. Nelle scorse settimane vi abbiamo parlato di Bruno Pesaola, stavolta è il turno di Luis

/

Daniele Massaro, la “Provvidenza” rossonera

Daniele Massaro, la “Provvidenza” rossonera Roberto Baggio e quel rigore di Pasadena. Proprio lui, che ci aveva portato in finale. In precedenza aveva sbagliato dagli undici metri anche Daniele Massaro: senza il gol al Messico del monzese nell’ultima partita del girone gli