Quantcast
Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Auguri Davide

Auguri Davide

Avrebbe compiuto 34 anni oggi Davide Astori, il capitano della Fiorentina che ci ha salutato tre anni fa, sconvolgendo il calcio italiano. Il nostro tributo a un ragazzo che ci mancherà per sempre

Sarebbe bello per i morbosi trovarti una macchia. Qualcosa fuori posto. Una frase poco felice. Invece no. Eri un ragazzo come si deve. E lo si vede dal cordoglio totale, omogeneo come una viscosità che fa bene. Ogni partita non uscivi con le stimmate del campione. Ma il tuo l’avevi fatto e lo facevi pure bene. Mai sbavature. Non eri Nesta, ma di sicuro dalle tue parti non si passava facilmente.

Sapere che prima di una giornata normale, di un campionato normale, in una trasferta normale, saresti stato speciale, nessuno se lo aspettava. Soprattutto non così. Non per un arresto cardiocircolatorio. Se ne sono accorti perché tu, sempre preciso, non eri ancora a fare colazione. Durante la notte qualcosa ha deciso che a 31 anni era venuto il tuo momento.

Quando successe a Piermario Morosini, pensavo ad un commissario tecnico superiore, qualcuno che convocava i giocatori per la loro dedizione, il loro impegno, il loro cuore. Già, il cuore, ha tradito anche te, Davide Astori. Capitano della Fiorentina, ora centrale della squadra più forte mai esistita. Divertiti, lassù, con Piermario e tutte le stelle più lucenti.

A trovarti una cosa, sì, c’è. Quando hai saputo che era nata tua figlia sei corso subito in ospedale mollando l’allenamento della squadra e i compagni basiti che pensavano ad un malore. No, correvi da tua figlia. Perché diamine, prima il padre, poi, molto poi, il giocatore. Ciao Davide.

Ettore Zanca
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

Da non perdere

Calcio

Chiamatelo Garellik: La storia di Claudio Garella Compie oggi 66 anni Claudio Garella, iconico portiere del Napoli Campione d’Italia, famoso per il suo modo...

Calcio

L’ultima partita di Roberto Baggio Il 16 Maggio 2004 giocava l’ultima partita della sua carriera, Roberto Baggio. Uno dei giocatori più forti della storia...

Motori

Elio De Angelis, il pilota e il pianoforte Il nostro tributo dedicato a Elio De Angelis, sfortunato pilota romano che ha perso la vita...

Pugilato

Bosisio e Mascena: due pugili, due destini opposti Il 15 maggio 1905 nasceva Pietro Mascena, il pugile la cui storia si intreccia incredibilmente con...

Calcio

Neve, Black out e colpi di pistola: i 5 episodi del Derby di Roma che (forse) non conoscete Il derby non è mai una...

Calcio

Il senso di Lukaku per la vita Compie oggi 28 anni Romelu Lukaku, il colosso belga dell’Inter. Le sue battaglie in campo sono lo...

Calcio

Inter – Liverpool, quando l’epica rimonta si giocò anche sugli spalti Il 12 Maggio 1965 a San Siro in occasione della semifinale di ritorno...

Altri Sport

Jonah Lomu, più forte del suo destino Il 12 maggio 1975 nasceva, nella città neozelandese di Auckland, Siona Tali “Jonah” Lomu, da tutti conosciuto...

Calcio

Ebrima Darboe, il sogno di una cosa – E poi, e poi Gente viene qui e ti dice Di saper gia’ Ogni legge delle...

Calcio

Bob Marley: il Reggae nella mente, il Calcio nel cuore L’11 maggio 1981 moriva il leggendario cantante reggae Robert Nesta Marley. Da tutti conosciuto...

Altri Sport

A tu per tu con Agostino Abbagnale, la Leggenda oltre il destino Buone notizie dal canottaggio azzurro che ha concluso gli Europei di aprile...

Altri Sport

Jonathan Edwards, il Gabbiano che non volava di domenica Compie oggi 55 anni Jonathan Edwards, l’uomo volante del salto triplo inglese. Vi raccontiamo la...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro