Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Angelo Di Livio, da “Soldatino” bianconero a Capitano viola

Lo scorso 6 aprile è stato il trentesimo anniversario dal primo ritorno di Roberto Baggio a Firenze da avversario. Il ‘Divin Codino’ alla Juventus è stato compagno di squadra per due stagioni di Di Livio, arrivato a Villar Perosa nel 1993 dal Padova assieme a Del Piero.

Angelo e Alex: l’inizio di una grande amicizia. E allora era destino che fosse proprio il ‘Soldatino’ a fornire il pallone per il primo gol di ‘Pinturicchio’ in Serie A e con la maglia della Vecchia Signora. Nelle sei stagioni alla Juventus Di Livio ha conquistato nove titoli, tra i quali la ‘coppa dalle grandi orecchie’ nella sua Roma venticinque anni fa: era stato proprio lui a segnare il primo gol nella storia della Champions League a Torino, il 27 settembre ’95.

Nel 1999 il passaggio alla Fiorentina, nella quale ritrovò Trapattoni: accolto con diffidenza in riva all’Arno per il suo passato bianconero, corsa, dedizione e sacrificio non mancarono neppure in viola. E due anni dopo Manuel Rui Costa lo indicò come capitano, in seguito all’addio del portoghese per motivi finanziari. I gigliati si avviavano verso il fallimento e, ripartiti dalla Serie C2 con il nome di Florentia Viola, Di Livio decise di rimanere a Campo di Marte (dove aveva conquisto la Coppa Italia nel 2001).

L’ultima stagione da calciatore è stata quella del ritorno in Serie A, dopo Euro 2004. Angelo, il ‘Soldatino’ bianconero diventato capitano viola. Anche a lui è stata dedicata una stella allo Juventus Stadium. Su un numero del Guerin Sportivo di sette anni fa Di Livio è stato messo al 60° posto nella classifica dei 100 gigliati di sempre.

A cura di

Da non perdere

Calcio

Chilavert non si giudica dalla copertina Compie oggi 56 anni José Luis Chilavert, leggendario portiere del Paraguay. Per celebrarlo vi raccontiamo un aneddoto davvero...

Pugilato

Giraldo Córdova Cardín, il pugile rivoluzionario morto per Cuba Il 26 Luglio 1953 in occasione dell’assalto alla caserma Moncada, perde la vita il pugile...

Altri Sport

A tu per tu con Igor Cassina, il ginnasta venuto dallo spazio Con mille imprevisti e diecimila difficoltà siamo arrivati alla partenza di questa...

Calcio

Sandor Kocsis, una storia nella Storia Continuiamo a commettere l’errore di giudicare la storia di una vita dalla sua durata, senza mai fermarci a...

Calcio

Mercoledì 18 giugno 1986: El Buitre è tutto qui. Quattro reti, quattro perle. Un poker di istantanee che racchiudono l’identikit calcistico di Emilio Butragueño....

Calcio

Serie A: il prossimo anno sarà un campionato equilibrato? Il pallone non si ferma. Con la sbornia della vittoria agli Europei ancora da smaltire...

Calcio

Lello Bersani, l’uomo al microfono tra cinema e sport La voce della cultura e dello sport. Lello Bersani, romano di nascita, sposa la radio...

Calcio

René Houseman, “El Loco Impresentable” Ieri 19 luglio nasceva nel 1953 Renè Houseman, Campione del Mondo 1978 con la sua Argentina, scomparso  per un...

Snooker

La caccia a Steve Davis non ha tregua anche se il nuovo sovrano, il GOLDEN BAIRN, ha già legittimato sul campo il sorpasso nei...

Calcio

Giacinto Facchetti: Tre, come Treviglio Tra i tanti primati del calcio italiano, ce n’è uno, sempre passibile di aggiornamenti, incrociando le dita, che gli...

Calcio

Moacir Barbosa, un passo di troppo a lato del destino – Con una sola papera il portiere rovina una partita o perde un campionato,...

Calcio

Le meteore della Serie A: Adrian Pit, 41 minuti per entrare nella storia della Roma Compie oggi 38 anni Adrian Pit, l’esterno romeno che...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro