Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Andrea Janni, il “Gambe d’asparago” granata

Come Gigi Riva, anche Antonio Janni subì un grave incidente alla gamba con la maglia della Nazionale contro l’Austria a Vienna. Accadde nel 1929 e cinque anni prima contro la Germania aveva patito un altro infortunio. Parliamo di un giocatore che nel 2013 sul Guerin Sportivo Matteo Dotto ha inserito al 26° posto tra i 100 di sempre del Torino.

Una vita in granata, prima come mediano e poi come centrocampisti. In riva al Po i bianconeri Boniperti, Charles e Sivori formavano il ‘Trio delle meraviglie’. Ve ne era stato anche uno torinista composto da Adolfo Baloncieri, Julio Libonatti e Gino Rossetti, ma ben presto ci fu una correzione: da trio a poker di uomini, perché dietro ai funambolici attaccanti vi era lui, Janni.

In granata dal 1920 al ’37 conquistò uno scudetto (senza dimenticare quello revocato del 1927) e una coccarda tricolore. Di lui Vittorio Pozzo scrisse: “Janni vuole bene al suo Torino e sa che non si combatte che per la gloria di una bandiera o di una divisa. Sente questo dovere di gregario, sacrificando non il suo avvenire ma il personale successo del momento. E per questo l’amore suo verso la Società che l’ha accolto e l’ha inoltrato nei primi passi è ricambiato dai dirigenti e tifosi con quella spontaneità che costituisce il sogno più nobile di quei sentimenti che affratellano tutti i componenti della vasta famiglia granata, una famiglia eccezionalmente numerosa e che non è compresa tutta e solamente nella lista sociale”. Ha anche allenato il Toro, portandolo nel 1943 allo scudetto -subentrato a stagione in corso- e alla Coppa Italia.

Ponendo quindi le basi del ‘Grande Torino’. Da tecnico del Varese aveva segnalato Franco Ossola al presidente granata Ferruccio Novo.

A cura di

Da non perdere

Calcio

Vasilis Chadzipanagis: il Maradona Greco che ha dovuto combattere con il destino Compie oggi 67 anni Vasilis Chadzipanagis è un nome che potrebbe non...

Calcio

Carlos Alberto, capitano elegante e talentuoso del Brasile ’70 Il 25 Ottobre 2016 il calcio brasiliano perdeva uno dei suoi più grandi simboli. Il capitano...

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A di Paolo Valenti (nona giornata) Dai big match che hanno chiuso la domenica di campionato escono due...

Storie di Sport

Roma-Napoli: una storia di calcio, cinema, musica e passione Si gioca oggi alle ore 18 all’Olimpico Roma-Napoli, una partita che un tempo era definita...

Calcio

Bert Trautmann: Giocare e vincere con il collo rotto Tutto comincia in una zona borghese di Brema nel 1923, nella quale il giovane Bernhard...

Calcio

Lev Yashin: storia dell’invincibile Ragno Nero Il 22 ottobre 1929 nasceva Lev Yashin, fenomenale portiere russo, unico estremo difensore a conquistare il Pallone d’oro....

Basket

Drazen Petrovic: poesia sospesa tra Mozart e Nietzsche Il 22 ottobre 1964 nasceva Drazen Petrovic, uno dei migliori interpreti della pallacanestro mondiale. Una fiamma...

Calcio

Persepolis – Esteghlal: il derby dei Rossi contro Blu che infuoca l’Iran La parola “derby” ha un valore molto simile, almeno dal punto di...

Calcio

Ranieri e il destino a luci rosse dietro la favola Leicester Compie oggi 70 anni Claudio Ranieri, l’allenatore romano il cui nome sarà per...

Calcio

Streaming illegale e IPTV: ecco come funziona il “Pezzotto” e quanto è facile abbonarsi Lo streaming illegale delle IPTV torna d’attualità con l’intervento della...

Pugilato

Thomas Hearns, un macigno sui trampoli Compie oggi 63 anni Thomas Hearns, uno dei pugili più forti della storia, protagonista insieme a Marvin Hagler...

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A a cura di Paolo Valenti (ottava giornata) Il Napoli tiene, la Juve rilancia. E’ la sintesi delle...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro