Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Andrea Janni, il “Gambe d’asparago” granata

Come Gigi Riva, anche Antonio Janni subì un grave incidente alla gamba con la maglia della Nazionale contro l’Austria a Vienna. Accadde nel 1929 e cinque anni prima contro la Germania aveva patito un altro infortunio. Parliamo di un giocatore che nel 2013 sul Guerin Sportivo Matteo Dotto ha inserito al 26° posto tra i 100 di sempre del Torino.

Una vita in granata, prima come mediano e poi come centrocampisti. In riva al Po i bianconeri Boniperti, Charles e Sivori formavano il ‘Trio delle meraviglie’. Ve ne era stato anche uno torinista composto da Adolfo Baloncieri, Julio Libonatti e Gino Rossetti, ma ben presto ci fu una correzione: da trio a poker di uomini, perché dietro ai funambolici attaccanti vi era lui, Janni.

In granata dal 1920 al ’37 conquistò uno scudetto (senza dimenticare quello revocato del 1927) e una coccarda tricolore. Di lui Vittorio Pozzo scrisse: “Janni vuole bene al suo Torino e sa che non si combatte che per la gloria di una bandiera o di una divisa. Sente questo dovere di gregario, sacrificando non il suo avvenire ma il personale successo del momento. E per questo l’amore suo verso la Società che l’ha accolto e l’ha inoltrato nei primi passi è ricambiato dai dirigenti e tifosi con quella spontaneità che costituisce il sogno più nobile di quei sentimenti che affratellano tutti i componenti della vasta famiglia granata, una famiglia eccezionalmente numerosa e che non è compresa tutta e solamente nella lista sociale”. Ha anche allenato il Toro, portandolo nel 1943 allo scudetto -subentrato a stagione in corso- e alla Coppa Italia.

Ponendo quindi le basi del ‘Grande Torino’. Da tecnico del Varese aveva segnalato Franco Ossola al presidente granata Ferruccio Novo.

A cura di

Da non perdere

Pugilato

Giraldo Córdova Cardín, il pugile rivoluzionario morto per Cuba Il 26 Luglio 1953 in occasione dell’assalto alla caserma Moncada, perde la vita il pugile...

Basket

Brandon Roy, il raffinato killer dalle ginocchia di cristallo Ha compiuto ieri 38 anni Brandon Roy, uno dei talenti più forti della NBA recente,...

Altri Sport

A tu per tu con Igor Cassina, il ginnasta venuto dallo spazio Con mille imprevisti e diecimila difficoltà siamo arrivati alla partenza di questa...

Calcio

Sandor Kocsis, una storia nella Storia Continuiamo a commettere l’errore di giudicare la storia di una vita dalla sua durata, senza mai fermarci a...

Calcio

Mercoledì 18 giugno 1986: El Buitre è tutto qui. Quattro reti, quattro perle. Un poker di istantanee che racchiudono l’identikit calcistico di Emilio Butragueño....

Calcio

Serie A: il prossimo anno sarà un campionato equilibrato? Il pallone non si ferma. Con la sbornia della vittoria agli Europei ancora da smaltire...

Calcio

Storia di un pallone da calcio che è andato nello Spazio Il 20 luglio 1969 per la prima volta nella storia l’uomo raggiungeva la...

Calcio

Lello Bersani, l’uomo al microfono tra cinema e sport La voce della cultura e dello sport. Lello Bersani, romano di nascita, sposa la radio...

Calcio

René Houseman, “El Loco Impresentable” Ieri 19 luglio nasceva nel 1953 Renè Houseman, Campione del Mondo 1978 con la sua Argentina, scomparso  per un...

Altri Sport

Nadia Comăneci: una farfalla in cerca della felicità Ripetuto volteggio fra apice e baratro, la vita di Nadia Comăneci si è sviluppata quasi fosse...

Snooker

La caccia a Steve Davis non ha tregua anche se il nuovo sovrano, il GOLDEN BAIRN, ha già legittimato sul campo il sorpasso nei...

Calcio

Mandela Day: il calcio di Mandela nel carcere dove trascorse 18 anni ll 18 Luglio 1918 nasceva Nelson Mandela, il presidente sudafricano che è...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro