Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Allenatori “a ciascuno il suo”: lo strano caso dello Zimbabwe

Tre allenatori per tre competizioni. No, non è il titolo (di dubbio gusto, peraltro) di un film dei Vanzina sul calcio: è la pura verità.

Accade in Africa, precisamente nel caso della nazionale dello Zimbabwe.

La decisione, nel bene o nel male, in base a come la si voglia recepire, ha fatto assai discutere ed è la seguente: invece di avere un solo allenatore nazionale a tempo pieno, i vertici della federazione stanno utilizzando tre uomini diversi, in carica per tre differenti tornei in cui la squadra è coinvolta.

Lo Zimbabwe, inoltre, non ha formalmente sostituito Kalisto Pasuwa, che ha lasciato il posto come ct della nazionale dopo la brutta uscita dalla Coppa d’Africa svoltasi in Gabon all’inizio di quest’anno.

Ad ogni modo, i responsabili del compito un tempo spettante al solo Pasuwa oggi sono ben tre: Norman Mapeza, che sceglie e allena i calciatori per le qualificazioni alla prossima Coppa d’Africa; Rahman Gumbo, per la African Nations Championship; infine, l’esperto Sunday Marimo Chidzambwa, che sta guidando la squadra nella Cosafa Cup.

“Il mio compito è quello di occuparmi della squadra nella Cosafa Cup. Al suo termine, il mio lavoro sarà concluso” ha spiegato Chidzambwa.

“Non sto guardando allo sviluppo futuro degli eventi o qualcosa del genere, come invece accade per qualsiasi altro allenatore: Io voglio solo arrivare al massimo, anzi voglio proprio vincere la finale”.

D’altronde, Chidzambwa ha già vinto il torneo per due volte e ha un record d’imbattibilità invidiabile nella Cosafa Cup.

Il paese, invece, la cui federazione è stata spesso oggetto di indagini e sequestri da parte delle autorità giudiziarie, guarda a tale possibilità con orgoglio e, soprattutto, la speranza di rialzare la testa intanto, almeno, in campo sportivo.

Per quanto concerne Mapeza, questi ha assunto l’incarico per le qualificazioni alla coppa continentale del 2019, dove i Warriors (questo il soprannome dei calciatori dello Zimbabwe), hanno iniziato con una vittoria impressionante per 3-0 sulla Liberia.

In ultimo, ma non certo per importanza, il ‘vecchio’ Chidzambwa. Egli fu parte del primo gruppo di calciatori post-indipendenza dello Zimbabwe nel 1980 e ha pure già guidato la nazionale nel 1995.

Che dire, una storia veramente incredibile ma, certamente, affascinante.

 

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Storie di Sport

Roma-Napoli: una storia di calcio, cinema, musica e passione Si gioca oggi alle ore 18 all’Olimpico Roma-Napoli, una partita che un tempo era definita...

Calcio

Lev Yashin: storia dell’invincibile Ragno Nero Il 22 ottobre 1929 nasceva Lev Yashin, fenomenale portiere russo, unico estremo difensore a conquistare il Pallone d’oro....

Basket

Drazen Petrovic: poesia sospesa tra Mozart e Nietzsche Il 22 ottobre 1964 nasceva Drazen Petrovic, uno dei migliori interpreti della pallacanestro mondiale. Una fiamma...

Calcio

Quelli che sono stati anche figli di Beppe Viola Il 17 Ottobre 1982 ci salutava quel genio giornalistico, ma non solo, di Beppe Viola....

Calcio

Jules Rimet, il visionario padre dei Mondiali che ha cambiato il ‘900 Il 14 ottobre 1873 nasceva Jules Rimet, il padre dei Mondiali di...

Calcio

Una piccola storia ignobile Il ragazzo, senegalese, quando prende palla è difficile fermarlo; sin dal primo tempo si alternano, gli avversari, nel tentare di...

Calcio

Arbitri, Tifosi e Calciatori: una Storia di sangue Le ultime settimane di calcio si sono contraddistinte per due episodi di violenza nei confronti degli...

Calcio

Justin Fashanu, il fratello “sbagliato” I trentenni, o chi gli gira intorno, a quell’età, ricordando John Fashanu. “Idolo” della Gialappa’s e di “Mai dire...

Altri Sport

10Cosa significa essere Gianni Mura Avrebbe compiuto ieri 76 anni Gianni Mura, maestro di giornalismo e non solo, che ci ha lasciato lo scorso...

Calcio

Didi, il calcio in due sillabe L’8 ottobre 1928 nasceva Valdir Pereira, meglio noto con lo pseudonimo Didi, uno dei calciatori più iconici della...

Calcio

Aldo Biscardi: dalle intercettazioni con Moggi al “Moviolone” divenuto realtà Sono passati quattro esatti dalla morte di Aldo Biscardi. Il giornalista, autore e conduttore...

Calcio

Ezio Pascutti, l’ultima ala sinistra del Bologna Come la Juventus, anche se non vestì mai la casacca bianconera. O lo si ama(va) o lo...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro