Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Allenatori “a ciascuno il suo”: lo strano caso dello Zimbabwe

Tre allenatori per tre competizioni. No, non è il titolo (di dubbio gusto, peraltro) di un film dei Vanzina sul calcio: è la pura verità.

Accade in Africa, precisamente nel caso della nazionale dello Zimbabwe.

La decisione, nel bene o nel male, in base a come la si voglia recepire, ha fatto assai discutere ed è la seguente: invece di avere un solo allenatore nazionale a tempo pieno, i vertici della federazione stanno utilizzando tre uomini diversi, in carica per tre differenti tornei in cui la squadra è coinvolta.

Lo Zimbabwe, inoltre, non ha formalmente sostituito Kalisto Pasuwa, che ha lasciato il posto come ct della nazionale dopo la brutta uscita dalla Coppa d’Africa svoltasi in Gabon all’inizio di quest’anno.

Ad ogni modo, i responsabili del compito un tempo spettante al solo Pasuwa oggi sono ben tre: Norman Mapeza, che sceglie e allena i calciatori per le qualificazioni alla prossima Coppa d’Africa; Rahman Gumbo, per la African Nations Championship; infine, l’esperto Sunday Marimo Chidzambwa, che sta guidando la squadra nella Cosafa Cup.

“Il mio compito è quello di occuparmi della squadra nella Cosafa Cup. Al suo termine, il mio lavoro sarà concluso” ha spiegato Chidzambwa.

“Non sto guardando allo sviluppo futuro degli eventi o qualcosa del genere, come invece accade per qualsiasi altro allenatore: Io voglio solo arrivare al massimo, anzi voglio proprio vincere la finale”.

D’altronde, Chidzambwa ha già vinto il torneo per due volte e ha un record d’imbattibilità invidiabile nella Cosafa Cup.

Il paese, invece, la cui federazione è stata spesso oggetto di indagini e sequestri da parte delle autorità giudiziarie, guarda a tale possibilità con orgoglio e, soprattutto, la speranza di rialzare la testa intanto, almeno, in campo sportivo.

Per quanto concerne Mapeza, questi ha assunto l’incarico per le qualificazioni alla coppa continentale del 2019, dove i Warriors (questo il soprannome dei calciatori dello Zimbabwe), hanno iniziato con una vittoria impressionante per 3-0 sulla Liberia.

In ultimo, ma non certo per importanza, il ‘vecchio’ Chidzambwa. Egli fu parte del primo gruppo di calciatori post-indipendenza dello Zimbabwe nel 1980 e ha pure già guidato la nazionale nel 1995.

Che dire, una storia veramente incredibile ma, certamente, affascinante.

 

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

149 a 0: quando una sconfitta ti regala un posto nella storia del calcio Il Madagascar, al giorno d’oggi, è conosciuto per essere la...

Calcio

Ubaldo Matildo Fillol, una vita tra i guanti Compie oggi 71 anni Ubaldo Matildo Fillol, leggendario portiere argentino campione del Mondo con l’Albiceleste nel...

Calcio

René Houseman, “El Loco Impresentable” Ieri 19 luglio nasceva nel 1953 Renè Houseman, Campione del Mondo 1978 con la sua Argentina, scomparso  per un...

Calcio

Mandela Day: il calcio di Mandela nel carcere dove trascorse 18 anni ll 18 Luglio 1918 nasceva Nelson Mandela, il presidente sudafricano che è...

Calcio

Giacinto Facchetti: Tre, come Treviglio Tra i tanti primati del calcio italiano, ce n’è uno, sempre passibile di aggiornamenti, incrociando le dita, che gli...

Calcio

Le meteore della Serie A: Adrian Pit, 41 minuti per entrare nella storia della Roma Compie oggi 38 anni Adrian Pit, l’esterno romeno che...

Calcio

La chiamarono la Guerra del Calcio Il 14 Luglio 1969 iniziava quella che viene definita la “Guerra del Calcio” tra Honduras e El Salvador....

Calcio

Ronaldo: Fenomeno, a tutti i costi Sono le 14,30 del 12 luglio 1998. Parigi. Non un città qualsiasi, né una giornata qualsiasi. In quel...

Calcio

La C2 del Licata e le origini di “Zemanlandia” Dilectissima. Così nel XIII° secolo Federico II di Svevia appellò Licata, cittadina in provincia di...

Calcio

DeFoe e Bradley sulla pelle e nel cuore, per sempre Essere personaggi pubblici per qualcuno comporta un vestito di vanità cucito da sarti spocchiosi....

Calcio

La Leggenda di Pelé che “ferma” la Guerra del Biafra in Nigeria Il 6 luglio 1967 l’esercito nigeriano entra nella regione del Biafra, dando...

Calcio

Rachid Mekhloufi e la squadra del Fronte di Liberazione Nazionale Algerino Siamo alla fine degli anni Cinquanta e Rachid Mekhloufi è un centrocampista che...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro