Connect with us

Cerca articoli

Altri Sport

Alfredo Martini, il “Grande Vecchio” della bicicletta

Alfredo Martini, il “Grande Vecchio” della bicicletta

Nel 1982 Italia campione del mondo nel calcio e nel ciclismo. Otto anni dopo terza in entrambi gli sport. Come Enzo Bearzot e Azeglio Vicini, Alfredo Martini è stato un papà per i suoi ragazzi. Divenne commissario tecnico della Nazionale nel 1975, come il ‘Vecio’ (assieme a Bernardini) e al terzo anno conquistò per la prima volta l’iride – in Venezuela- con Francesco Moser, sulla piazza d’onore l’anno successivo. Come capitato al rivale Saronni nel 1981, dodici mesi prima del titolo anche lo ‘Sceriffo’ era stato battuto dal belga Freddy Maertens. A Praga c’è stata forse un incomprensione tra gli azzurri, con Beppe furibondo: Martini lasciò sbollire la sua rabbia per affidargli l’anno successivo i gradi di capitano unico. E così a Goodwood il trentino si mise al servizio del rivale.

Il gruppo per Alfredo? Nel 1992 disse a Davide Cassani di uscire in allenamento assieme a Moreno Argentin, accesso rivale del compagno di team Claudio Chiappucci. Nell’edizione di Benidorm le attese erano tutte per ‘El Diablo’ e Miguel Indurain. Bugno vi arrivò demotivato, dichiarando di essersi iscritto solo perché campione del mondo uscente. Il ‘Grande Saggio’ lo rincuorò dicendogli: <<Gianni, è un onore averti e in più io so che se c’è bisogno che tu ci dia una mano, tu non ce la neghi perché sei un galantuomo>>. Il giorno della gara, prima di salire in ammiraglia Martini si avvicinò a Sergio Neri e gli confidò: <<Vinciamo con Bugno, vedrai>>

Si dice che Alfredo iniziò a spegnersi dopo la tragedia di Franco Ballerini. Struggente il ricordo del ‘Ballero’ nel giorno dei funerali di Fiorenzo Magni. Il ‘Grande Saggio’ è volato via nell’agosto 2014, nelle settimane succesive al Tor de France vinto da Nibali. Se Alfredo Di Stefano vide in extremis la ‘Decima’ del Real Madrid, il nostro Alfredo fece in tempo ad assistere a un italiano -sedici anni dopo Pantani- vestito di giallo sui Campi Elisi. Martini era nato nel febbraio 1921.

P.S. Nel ’94 l’Italia del ciclismo giunse seconda ai Mondiali…

A cura di

Da non perdere

Calcio

Vasilis Chadzipanagis: il Maradona Greco che ha dovuto combattere con il destino Compie oggi 67 anni Vasilis Chadzipanagis è un nome che potrebbe non...

Altri Sport

Werner Seelenbinder, il lottatore rosso Si ricordava ieri la morte di Werner Seelenbinder, il lottatore tedesco partigiano che combatteva durante il periodo nazista. Per...

Calcio

Carlos Alberto, capitano elegante e talentuoso del Brasile ’70 Il 25 Ottobre 2016 il calcio brasiliano perdeva uno dei suoi più grandi simboli. Il capitano...

Calcio

Bert Trautmann: Giocare e vincere con il collo rotto Tutto comincia in una zona borghese di Brema nel 1923, nella quale il giovane Bernhard...

Calcio

Lev Yashin: storia dell’invincibile Ragno Nero Il 22 ottobre 1929 nasceva Lev Yashin, fenomenale portiere russo, unico estremo difensore a conquistare il Pallone d’oro....

Basket

Drazen Petrovic: poesia sospesa tra Mozart e Nietzsche Il 22 ottobre 1964 nasceva Drazen Petrovic, uno dei migliori interpreti della pallacanestro mondiale. Una fiamma...

Calcio

Persepolis – Esteghlal: il derby dei Rossi contro Blu che infuoca l’Iran La parola “derby” ha un valore molto simile, almeno dal punto di...

Calcio

Ranieri e il destino a luci rosse dietro la favola Leicester Compie oggi 70 anni Claudio Ranieri, l’allenatore romano il cui nome sarà per...

Pugilato

Thomas Hearns, un macigno sui trampoli Compie oggi 63 anni Thomas Hearns, uno dei pugili più forti della storia, protagonista insieme a Marvin Hagler...

Calcio

Matthew Le Tissier, una scelta da Dio Strano stadio, il vecchio “The Dell”; trentamila anime di gomiti che si strofinavano uno contro l’altro, nei...

Altri Sport

Peter Norman: il bianco di quel podio a Messico 1968 Il 16 Ottobre 1968 alle Olimpiadi in Messico, il podio dei 200 metri regala...

Calcio

Jean-Marie Pfaff, un sorriso tra i guanti Sai che c’è? C’è che se da ragazzino passi il tempo in una roulotte, nel centro di...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro