Connect with us

Cerca articoli

Basket

“Aiutiamoli a casa loro”. Tranquilli, ci pensa la NBA

.
[themoneytizer id=”27127-1″]
.

“Aiutiamoli a casa loro”. Tranquilli, ci pensa la NBA

In un mondo fatto di slogan, motti, luoghi comuni, tweet e frasi da baci(oni) Perugina, una delle frasi più celebri che sentiamo più spesso pronunciare è “Aiutiamoli a casa loro” in riferimento e in lamento degli sbarchi provenienti dall’Africa lungo le nostre coste. 
.
E bene, partecipando anche io al festival dei luoghi comuni e proverbi da saggezza popolare, è il caso di dirlo che “tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”. Mare che però non ha spaventato la NBA che è pronta a lanciare una lega professionistica di pallacanestro in Africa, grazie ad un accordo di partnership con la FIBA, la federazione internazionale di Basket.
.
.
Partirà dal prossimo anno e si chiamerà BasketBall Africa League e sarà composta da dodici squadre lungo tutto il continente tra Angola, Egitto, Kenya, Marocco, Nigeria, Ruanda, Senegal, Sud Africa e Tunisia.
.
La NBA ha annunciato che ci sarà un turno di qualificazione alla fine del 2019 e visto che ci sono tantissime squadre di basket in Africa, una lega professionistica le unirà tutte sotto lo stesso ombrello dandogli risorse e visibilità e una grandissima opportunità ai giocatori di essere notati e fare il grande salto oltre oceano.
.
Il commissioner della NBA Adam Silver si è detto entusiasta del progetto: “Vogliamo usare il basket come motore economico per creare nuove opportunità nello sport, media e tecnologia in Africa”.
.
.
Anche l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama, da sempre giocatore e appassionato della palla a spicchi ha espresso il suo parere positivo plaudendo l’iniziativa con un tweet.
.
Come al solito lo sport è pioniere di quello che i governi nazionali non riescono o non vogliono fare per altri interessi. Non siamo fessi, la NBA non è un mecenate e tantomeno non fa beneficenza fine a se stessa, poichè spendendo poco ha un bacino pressochè infinito di giocatori e si può costruire una rete scouting in un continente sempre florido dal punto di vista atletico. Non per questo però l’iniziativa perde la sua componente lodevole e anzi va a creare quella che gli americani adorano tanto ovvero la “win win situation” situazione dove a vincere sono tutti quanti.
[themoneytizer id=”27127-28″]
A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Altri Sport

Paul Allen: storia del Genio tifoso innamorato dello Sport Genio, rivoluzionario, magnate, filantropo. Non bastano le parole, gli aggettivi. Scrivo. Meglio: pigio i tasti...

Calcio

Arbitri, Tifosi e Calciatori: una Storia di sangue Le ultime settimane di calcio si sono contraddistinte per due episodi di violenza nei confronti degli...

Calcio

La Leggenda di Pelé che “ferma” la Guerra del Biafra in Nigeria Si è celebrata ieri la Giornata Mondiale della Pace Onu. Per l’occasione...

Basket

Don Haskins, il Martin Luther King bianco del Basket americano Il 7 Settembre 2008 moriva a El Paso, in Texas, Don Haskins, leggenda del...

Basket

Alphonso Ford: l’ultimo palleggio del Puma Il 4 Settembre 2004 moriva Alphonso Ford, uno dei più forti cestisti che abbiamo potuto ammirare nel basket...

Altri Sport

Sport e Prostituzione: da Campionesse a Escort, Suzy & Florica, atlete “d’alto bordo” Il sogno di ogni atleta, qualunque disciplina egli pratichi, è quello...

Basket

Kobe e Gianna: come te lo immagini il paradiso? Avrebbe compiuto oggi 43 anni Kobe Bryant, fenomenale quanto sfortunato cestista NBA, scomparso lo scorso...

Basket

Memento: C’erano una volta i Sonics, la Leggenda di Emerald City “L’acqua limacciosa della memoria, dove tutto ciò che cade si nasconde. Se la...

Basket

Mahmoud Abdul Rauf: il cecchino del Mississippi che ce l’aveva con gli Stati Uniti Washington, 14 marzo 1996. Va di scena il match NBA...

Calcio

L’Etiopia, Hailé Selassié e Luciano Vassallo, il “Di Stefano d’Africa” Sotto il regno di Hailé Selassié il governo di Addis Abeba attraversò alcuni dei...

Storie di Sport

Uruguay 1930, l’inizio di tutto (dove successe di tutto) Il 30 luglio 1930 terminava la prima edizione dei Mondiali di calcio della storia, con...

Basket

Brandon Roy, il raffinato killer dalle ginocchia di cristallo Ha compiuto ieri 38 anni Brandon Roy, uno dei talenti più forti della NBA recente,...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro