Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Ai confini del calcio che conta: San Marino, i “Titani italiani” patrimonio dell’Unesco ma non della Fifa

Il calcio a San Marino non può essere una questione di risultati. Non può esserlo perché la nazionale del piccolo Stato, situato in territorio italiano al confine tra le Marche e l’Emila Romagna (considerato patrimonio dell’UNESCO dal 2008), nella sua storia calcistica, ha vinto una volta soltanto. E’ stato nel 2004, contro la modesta formazione del Leichtenstein. Quattordici anni dopo, da quel 14 novembre del 1990, giornata d’esordio nel calcio internazionale, quando i “titani italiani” rimediarono un sonoro 0-4 contro la Svizzera. Per il resto, i ricordi più belli sono legati a due pareggi, uno contro la Turchia (0-0) in una gara valida per le qualificazioni ai mondiali del 1994 e un altro contro la Lettonia (1-1), in un’altra partita per le qualificazioni ai mondiali del 2002. Prima che arrivassero i tedeschi all’epoca allenati da Jurgen Klinsman a rifilare la più pesante batosta nella storia del calcio sanmarinese: 13-0, il 6 settembre del 2006 in una gara valida per le qualificazioni agli Europei del 2008.

Se questi sono i numeri, va da sé che il calcio, dalle parti della rocca del Monte Titano, deve andare al di là del risultato finale. Deve prescindere dai gol fatti (pochi) e quelli subiti (tanti). Non può fermarsi neanche alla classifica della FIFA, perché anche lì non ci sarebbe alcuna consolazione (la Repubblica di San Marino è al 200esimo posto su 205 nazionali). Ma deve andare oltre. Per esempio, guardando alla storia per ricordarsi che per 23 lunghi anni, nella Repubblica di San Marino, è rimasto il gol più veloce della storia. Realizzato da Davide Gualtieri il 17 novembre del 1993 nella partita disputata allo stadio “Dall’Ara” di Bologna contro l’Inghilterra, persa per 7-1 ma tant’è. Quando l’allora attaccante della Juvenes andò in rete dopo appena 8 secondi di gioco. Erano gli anni in cui tra le fila dei “titani” c’era ancora anche Massimo Bonini, storico mediano della Juventus di Giovanni Trapattoni. Un primato che resterà tale fino a quando il 10 ottobre di quest’anno, neanche un mese fa, il belga Christian Benteke riuscirà a migliorarlo di 2 decimi (nella partita Gibilterra- Belgio Benteke andrà in rete dopo 6 secondi).

bannermontserrat

bannerseychelles

bannerbhutan

bannercambogia

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Un Ufo alla partita di calcio: quando lo Stadio Franchi sembrò Roswell Il 27 ottobre 1954 le cronache del tempo raccontano che, durante una...

Calcio

Vasilis Chadzipanagis: il Maradona Greco che ha dovuto combattere con il destino Compie oggi 67 anni Vasilis Chadzipanagis è un nome che potrebbe non...

Storie di Sport

Roma-Napoli: una storia di calcio, cinema, musica e passione Si gioca oggi alle ore 18 all’Olimpico Roma-Napoli, una partita che un tempo era definita...

Calcio

Jules Rimet, il visionario padre dei Mondiali che ha cambiato il ‘900 Il 14 ottobre 1873 nasceva Jules Rimet, il padre dei Mondiali di...

Calcio

Una piccola storia ignobile Il ragazzo, senegalese, quando prende palla è difficile fermarlo; sin dal primo tempo si alternano, gli avversari, nel tentare di...

Calcio

Arbitri, Tifosi e Calciatori: una Storia di sangue Le ultime settimane di calcio si sono contraddistinte per due episodi di violenza nei confronti degli...

Calcio

Justin Fashanu, il fratello “sbagliato” I trentenni, o chi gli gira intorno, a quell’età, ricordando John Fashanu. “Idolo” della Gialappa’s e di “Mai dire...

Altri Sport

10Cosa significa essere Gianni Mura Avrebbe compiuto ieri 76 anni Gianni Mura, maestro di giornalismo e non solo, che ci ha lasciato lo scorso...

Calcio

Didi, il calcio in due sillabe L’8 ottobre 1928 nasceva Valdir Pereira, meglio noto con lo pseudonimo Didi, uno dei calciatori più iconici della...

Calcio

Aldo Biscardi: dalle intercettazioni con Moggi al “Moviolone” divenuto realtà Sono passati quattro esatti dalla morte di Aldo Biscardi. Il giornalista, autore e conduttore...

Calcio

Ezio Pascutti, l’ultima ala sinistra del Bologna Come la Juventus, anche se non vestì mai la casacca bianconera. O lo si ama(va) o lo...

Calcio

Josè Leandro Andrade: la vita estrema della Maravilla Negra Il 5 Ottobre 1957 ci lasciava Josè Leandro Andrade, la Maravilla Negra, il fenomeno dell’Uruguay...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro