Connect with us

Cerca articoli

Calcio

In Africa si muore di calcio. Fermiamo questo scempio

Andare a vedere una partita di calcio in Africa è sempre più una questione di vita e di morte. Mancanza di controlli, sicurezza e impianti fatiscenti mettono quotidianamente a rischio la vita degli spettatori. Vi abbiamo parlato tante volte degli incidenti all’interno di strutture sportive durante una partita di pallone nel continente nero. E questo è solo l’ennesimo caso, di cui, come sempre, si parla davvero troppo poco.

Almeno due persone sono rimaste uccise e ben 17 ferite in un incidente avvenuto all’interno dello stadio più grande del Sudafrica.

Ancora una volta, la storia si ripete (tristemente).

Il fatto è avvenuto a Johannesburg, durante il derby di Soweto tra Kaizer Chiefs e Orlando Pirates.

La dinamica ricorda quelle già tristemente note dell’Heysel o di Hillsborough; i tifosi degli Orlando Pirates hanno tentato di farsi strada attraverso i cancelli nell’enorme stadio FNB (capienza 87.000 persone), quando la grande massa di gente è rimasta schiacciata.

Ad ogni modo, probabilmente per evitare ulteriori problemi, le autorità locali hanno poi permesso di dare inizio alla partita di coppa nazionale.

Il funzionario della pubblica sicurezza, Michael Sun, ha riportato su Twitter che tutti gli ingressi dello stadio sono stati aperti per garantire il miglior controllo della folla e che la situazione è stata successivamente portata sotto controllo.

In tutto ciò, si inserisce il ‘mistero televisivo’ sull’argomento.

L’agenzia Reuters ha scritto che la copertura televisiva dal vivo della partita, vinta alla fine dai Kaizer Chiefs per 1-0, non ha mostrato al pubblico a casa alcuna immagine né riportato news in tal senso.

“Lontano dagli occhi, lontano dal cuore”? Bah. Follia totale.

Eppure, stiamo parlando di un impianto, oltre che gigantesco, anche di grande significato storico. Fu, infatti, il luogo scelto per il primo discorso di Nelson Mandela dopo il suo rilascio dalla prigione nel 1990 ed è dove è stato tenuto il memoriale per lo stesso Mandela nel 2013.

È stato, inoltre, ricostruito in occasione della Coppa del Mondo 2010, dove è stato conosciuto come Soccer City e ha ospitato la finale tra Spagna e Olanda.

Johannesburg, invece, non è nuova a tragedie simili. Nell’aprile del 2001, 43 sostenitori morirono durante un’altra partita tra Kaizer Chiefs e Orlando Pirates, nello stadio Ellis Park.

Dieci anni prima, invece, 42 persone persero la vita, sempre in una sfida tra le medesime squadre, allo stadio Oppenheimer, nella città di Orkney.

A nessuno, però, sembra realmente interessare.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Sadio Mané, i pantaloncini più belli che (non) avevo – Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno; insegnagli a...

Calcio

Europei 2021: ancora incertezze sulla modalità di svolgimento Euro 2020, competizione che si sarebbe dovuta disputare l’anno scorso, ma che a seguito dell’emergenza sanitaria...

Altri Sport

Abdon Pamich: in marcia, con il Ricordo nel cuore Tra coloro che dovettero affrontare l’esilio e la deportazione dall’Istria e la Dalmazia c’erano anche...

Calcio

6 febbraio 1958 – Monaco di Baviera, fiori rossi nella neve Ce la farò, padre? Io credo di sì. Mi avete dato due volte...

Storie di Sport

Arthur Ashe, il tennista con una missione Il 6 Febbraio 1993 moriva Arthur Ashe, il leggendario tennista afroamericano, che per tutta la vita ha...

Calcio

La “Resistenza del Pallone” del Mahatma Gandhi Il 30 gennaio 1948 veniva ucciso a Nuova Delhi, da un estremista di fede indù, il Mahatma...

Calcio

Dino Viola, l’educatore Il 19 Gennaio 1991 moriva Dino Viola, indimenticabile presidente della Roma, che ha lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi...

Calcio

Chiedi chi era Masinga Il nostro tributo a Phil Masinga, simbolo dei Bafana Bafana, che due anni fa ci lasciava a soli 49 anni....

Motori

La Formula 1 e quel titolo Mondiale prima di Capodanno, ma dopo Natale Che fa un pilota di F1 tra Natale e Capodanno? Trascorre...

Azzardo

Scommesse, il business tra legalità ed illegalità Un settore che si muove su una sottile linea d’ombra sempre a cavallo tra legale ed illecito;...

Calcio

Ciao Madiba: il calcio di Mandela nel carcere dove trascorse 18 anni Il 5 Dicembre 2013 ci lasciava Nelson Mandela, uno degli uomini più...

Calcio

Chapecoense 4 anni dopo: storia di un sogno rimasto in bianco e nero Il 28 Novembre 2016 l’aereo con a bordo la squadra brasiliana...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro