Connect with us

Cerca articoli

Doping

Addio Rio: Il Tas anticipa i tempi e squalifica Schwazer per 8 anni.

Alla fine è arrivata. La sentenza che spegne i sogni di gloria di Alex Schwazer per le Olimpiadi di Rio 2016. Il Tas, dopo aver ascoltato lo scorso lunedì le ultime deposizioni e gli innumerevoli avvocati, e rimandato la decisione finale il prossimo venerdì giorno della 20 km di marcia, ha accorciato i tempi e squalificato il marciatore altoatesino per 8 anni dall’attività agonistica. Per l’azzurro finisce quindi la speranza e l’attesa che aveva assunto connotati fitti di misteri e tempi decisionali quanto meno curiosi.

Ha pesato per l’atleta la recidività al doping dopo la positività riscontrata poco prima delle Olimpiadi di Londra 2012 per l’utilizzo, ammesso dallo stesso, di Epo. Una pena che di fatto fa terminare in anticipo la carriera di Schwazer. Esiste l’ultima possibilità di fare ricorso, che comunque non consentirà la partecipazione ai giochi olimpici in corso, presso il Tribunale Federale svizzero, unica sede dove la sentenza del Tas è appellabile.

Alex Schwazer torna a casa quindi, accompagnato da chi l’ha sempre difeso, Sandro Donati, che ha sempre visto nella squalifica dell’azzurro qualcosa che ve ben oltre il controllo sul rispetto delle regole da parte della Iaaf.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

1 Comment

1 Comment

  1. Avatar

    maria grazia mosconi

    Agosto 27, 2016 at 3:34 pm

    Non so da chi sia gestito questo blog del Fatto. E il fatto sul caso Schwazer Donati…più Donati che Schwazer si accontenta di questo trafiletto? e tutta la solfa del businnes del doping e dell’antidoping che si sorreggono a vicenda?
    il titolo di questo blog è una foglia di fico…ve lo dice un’abbonata daella prima ora , quasi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Pugilato

Billy Collins e quel pugno “dopato” che ha distrutto la sua vita Il 21 settembre 1961 nasceva il pugile di origini irlandesi Billy Collins,...

Doping

La Caffeina è Doping? La caffeina migliora sensibilmente le prestazioni atletiche e il suo consumo è stato sottoposto a continui controlli per gli atleti...

Integratori

Caffeina e Sport La caffeina è una sostanza che può migliorare le prestazioni fisiche e mentali. Una singola dose può migliorare in modo significativo...

Altri Sport

Hassiba Boulmerka, un oro per la libertà Compie oggi 52 anni Hassiba Boulmerka, l’atleta algerina divenuta simbolo di libertà contro la discriminazione che soffriva...

Calcio

Stefano Borgonovo e gli altri: vittime innocenti della Sla, la malattia dei calciatori Il 27 giugno 2013 moriva Stefano Borgonovo,. La causa della morte:...

Doping

L’apparenza prima di tutto: DNP, la pillola “magica” che fa dimagrire…e uccide Con la riapertura della palestre dopo il lockdown da Covid-19, molti sportivi...

Altri Sport

Il 25 maggio e il 1 giugno ESPN manderà in onda quattro ore di documentario dedicate a Lance Armstrong, uno dei personaggi più controversi...

Calcio

Francesco Acerbi: storia di una rinascita Il “Re Leone”. Così lo chiamano i tifosi della Lazio per la regalità e il coraggio con cui...

Altri Sport

Il problema doping per il rinvio di Tokyo 2020 Il rinvio delle olimpiadi di Tokyo posticipate al 2021  per l’emergenza coronavirus è un’opportunità per...

Calcio

Helenio Herrera: Morte e Misteri dell’Inter del Mago Il 10 Aprile 1910 nasceva Helenio Herrera, il Mago dell’Inter capace di vincere tutto. Della sua...

Doping

[themoneytizer id=”27127-1″] Messi e gli altri: l’Ormone della Crescita e il rischio del Doping legalizzato Quando parliamo di Leo Messi, si tira in ballo...

Calcio

Carlo Petrini: il coraggio di denunciare Avrebbe compiuto oggi  72 anni Carlo Petrini, il calciatore che degli anni 70-80 ha vissuto sulla sua pelle...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro