Connect with us

Cerca articoli

Altri Sport

71 anni del Boss: Bruce Springsteen e l’amore per lo Sport in una canzone

71 anni del Boss: Bruce Springsteen e l’amore per lo Sport in una canzone

Bruce Springsteen, per molti semplicemente “The Boss”, compie oggi 71 anni. Il grande cantautore americano, è nato il 23 settembre 1949 nel New Jersey.

Dai più conosciuto per pezzi intramontabili come “Born In The U.S.A.” o “Glory Days”, Springsteen è ad oggi uno dei massimi rappresentanti musicali del genere rock a livello mondiale. Ma come tutte le grandi star anche il “capo” ha avuto un qualche lato sportivo durante la sua carriera. In questo pezzo noi di Io Gioco Pulito vorremmo svelarvi un aneddoto riguardo la composizione della canzone “Glory Days” che, non a caso, comincia in questo modo: “I had a friend was a big baseball player”.

L’episodio descritto ha luogo quando un giovane Springsteen frequentava il liceo presso la St. Rose of Lima School. In quel periodo, oltre a far parte stabilmente parte del locale team di baseball, la futura stella del rock aveva stretto una profonda amicizia con Joe DePugh, suo compagno di squadra.

Joe DePugh, nel tempo, si fece conoscere dai più visto che diventò un importante lanciatore della Little League: un’organizzazione sportiva americana che organizza tornei giovanili, sia in America che nel resto del mondo, di softball e baseball. Con Springsteen, Depugh aveva militato in Babe Ruth League.

Entrambi mostrarono da subito una certa abilità nel baseball. E tra essi, almeno stando a quanto affermato in varie testimonianze, vi era un certo feeling sul campo da gioco.

Col passare del tempo però, il futuro Boss, perse attrazione nei confronti di quello sport visto che aveva da poco fondato una sconosciuta band chiamata “E Street”. Lo stesso DePugh, in una delle tante interviste rilasciate, affermò come Springsteen “perse interesse per il baseball”; lui, invece, non era “altro che sport”.

Questo incidente di percorso separò le strade dei due che però, si rincontrarono per caso, qualche anno dopo: precisamente nell’estate del 1973.

La carriera sportiva del lanciatore non fu affatto facile. Sostenne, difatti un provino, con i Los Angeles Dodgers ma non riuscì a passarlo.

Per questo motivo fu costretto a svolgere vari lavori: da quello di insegnante precario fino all’imprenditore autonomo.

Dopo l’incontro casuale con Springsteen, DePugh andò in Vermont e divenne un gran fan del suo ex compagno di scuola. Nel 1984 uscì forse il più bel lavoro del cantautore: “Born In The U.S.A.” . DePugh seppe, quasi per caso, che vi era una canzone all’interno dell’album sovracitato, intitolata “Glory Days”, che Springsteen aveva dedicato a lui. Quando la notizia diventò ufficiale cambiò anche la carriera sportiva del diretto interessato.

Venne infatti chiamato da una lega di baseball per signori over50 e fu accolto come una star. Come da lui testimoniato “quando mi presentavo per la prima pratica quell’estate, questi ragazzi venivano da me e si sentivano la manica della mia maglietta e dì: “Oh, sei reale. Pensavamo fossi una leggenda.”

[themoneytizer id=”27127-28″]

A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Lo Sport secondo Andrea Camilleri Il 17 luglio del 2019 ci lasciava il grande scrittore siciliano Andrea Camilleri. Nato il 6 settembre 1925 a...

Calcio

Sport Criminale: quando gli atleti sono vittime di agguati Quando parliamo di giocatori vittime di agguati non possiamo non cominciare da quello che, purtroppo,...

Altri Sport

Lo Sport secondo Ernest Hemingway Il 2 luglio 1961 si suicidava, a poco più di 60 anni di età, lo scrittore americano Ernest Miller...

Altri Sport

Michael Phelps: lo Squalo che doveva solo essere capito Compie oggi 36 anni Michael Phelps, da molti considerato il più grande nuotatore di sempre....

Calcio

Borgonovo e gli altri: vittime innocenti della Sla, la malattia dei calciatori Il 27 giugno 2013 ci salutava Stefano Borgonovo. La causa della morte...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 25 giugno 1903 nasceva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti...

Altri Sport

Lou Gehrig, lo Sportivo che ci ha fatto conoscere la SLA Per la Giornata Mondiale per la lotta alla Sla che si celebra oggi,...

Altri Sport

I rivoluzionari dello Sport: Bill James, l’inventore dell’algoritmo vincente Il 17 giugno 2003 veniva pubblicato il libro “Moneyball” in cui l’autore Michael Lewis racconta...

Calcio

Quando Leopardi inventò la letteratura sportiva Il 14 giugno 1837 moriva Giacomo Leopardi, uno dei più grandi poeti della storia dell’umanità. Per ricordarlo vi...

Calcio

4 giugno 1944, Roma Liberata: i destini incrociati di Attilio Ferraris IV e Bruno Buozzi Il 4 giugno 1944 terminava, dopo quasi nove mesi,...

Calcio

2 giugno 1978: Quando toccò alla nazionale regalare speranza a una società ferita Il 2 giugno 1978 gli azzurri di Bearzot esordivano nel Mundial...

Altri Sport

Lo Skate Football è lo Sport più bello per l’Africa Che il calcio sia lo sport più amato al mondo, si sa. Che esistono...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro