Connect with us

Cerca articoli

Inchieste & Focus

FIFA GATE: Blatter, Platini e Valcke sospesi per 90 giorni

Il Comitato Etico della FIFA ha preso la sua decisione: Sepp Blatter, Michel Platini e Jerome Valcke sono stati ufficialmente sospesi per un periodo di 90 giorni con una possibilità di proroga fino, ma non oltre, i 45 giorni. Le conseguenze di questo provvedimento prevedono che i tre grandi dirigenti del calcio mondiali saranno inibiti, o meglio banditi, da tutte le attività calcistiche a livello nazionale ed internazionale.

L’ex Presidente svizzero e il suo fido scudiero, il Segretario generale Jerome Valcke concludono così un tumultuoso percorso iniziato prima dell’estate appena trascorsa a fronte dello scandalo che ha coinvolto la FIFA, portato alla luce dagli Stati Uniti e, in particolare dall’FBI.

Per quanto riguarda il numero uno dell’UEFA, Michel Platini, già sotto la lente di ingrandimento per l’assegnazione dei Mondiali di calcio in Qatar nel 2022, galeotto fu il pagamento da parte della FIFA, di Blatter, di una somma pari a 2 milioni di franchi. Le Roi si è difeso, dichiarando che quanto è stato versato da parte della Federazione internazionale era solo frutto di un corrispettivo per i lavori da lui svolti. Proprio lo scandalo del potere del calcio aveva favorito l’ascesa dell’ex juventino verso il trono della FIFA, le cui elezioni sono previste il 26 Febbraio 2016, avendo dalla sua il favore di molte federazioni, tra cui quella dell’Italia. La sospensione potrebbe mettere un freno alla sua corsa, anche se, secondo quanto ha dichiarato al momento della notizia della decisione del Comitato, Micheal sottolinea la gravità del provvedimento e conferma la sua candidatura alla Presidenza.

A margine di questa decisione, è stato anche decisa la squalifica per sei anni per Chung Moon-Joon, il coreano che si era presentato come il volto nuovo per la massima carica del calcio mondiale, già vice-presidente della FIFA. Per lui anche una multa di 100 mila marchi svizzeri. Il motivo di tale sanzione è da ricercare nel suo operato poco chiaro nell’assegnazione dei mondiali 2018 e 2022.

A poco più di 4 mesi dalle elezioni presidenziali, la FIFA e il calcio mondiale devono affrontare un periodo molto delicato: attualmente, alla luce della sospensione di Platini e di Moon-Joon, il candidato che potrebbe spuntarla potrebbe essere Ali bin Hussein, il principe giordano già avversario di Blatter, nelle ultime elezioni, anche se, a questo punto, potrebbe uscire un nome a sorpresa: Zico? Maradona?
Chissà.

 

social banner

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Calcio e totalitarismo: Quali squadre tifavano i dittatori? Il 25 luglio 1943 terminava il Regime Fascista, ponendo fine alla dittatura di Benito Mussolini, un...

Calcio

149 a 0: quando una sconfitta ti regala un posto nella storia del calcio Il Madagascar, al giorno d’oggi, è conosciuto per essere la...

Calcio

Ubaldo Matildo Fillol, una vita tra i guanti Compie oggi 71 anni Ubaldo Matildo Fillol, leggendario portiere argentino campione del Mondo con l’Albiceleste nel...

Calcio

René Houseman, “El Loco Impresentable” Ieri 19 luglio nasceva nel 1953 Renè Houseman, Campione del Mondo 1978 con la sua Argentina, scomparso  per un...

Calcio

Mandela Day: il calcio di Mandela nel carcere dove trascorse 18 anni ll 18 Luglio 1918 nasceva Nelson Mandela, il presidente sudafricano che è...

Calcio

Giacinto Facchetti: Tre, come Treviglio Tra i tanti primati del calcio italiano, ce n’è uno, sempre passibile di aggiornamenti, incrociando le dita, che gli...

Calcio

Le meteore della Serie A: Adrian Pit, 41 minuti per entrare nella storia della Roma Compie oggi 38 anni Adrian Pit, l’esterno romeno che...

Calcio

La chiamarono la Guerra del Calcio Il 14 Luglio 1969 iniziava quella che viene definita la “Guerra del Calcio” tra Honduras e El Salvador....

Calcio

Ronaldo: Fenomeno, a tutti i costi Sono le 14,30 del 12 luglio 1998. Parigi. Non un città qualsiasi, né una giornata qualsiasi. In quel...

Calcio

La C2 del Licata e le origini di “Zemanlandia” Dilectissima. Così nel XIII° secolo Federico II di Svevia appellò Licata, cittadina in provincia di...

Calcio

DeFoe e Bradley sulla pelle e nel cuore, per sempre Essere personaggi pubblici per qualcuno comporta un vestito di vanità cucito da sarti spocchiosi....

Calcio

Rachid Mekhloufi e la squadra del Fronte di Liberazione Nazionale Algerino Siamo alla fine degli anni Cinquanta e Rachid Mekhloufi è un centrocampista che...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro